palla prigioniera

Premessa

Con l’arrivo delle belle giornate anche i bambini più pigri hanno voglia di uscire e di respirare un po’ d’aria fresca. Le stagioni primaverili ed estive sono senz’altro quelle più apprezzate dai bambini, in quanto le condizioni atmosferiche saranno propizie per tutte quelle attività a loro più congeniali, ovvero il gioco e il divertimento. All’aria aperta i bambini potranno organizzare tanti giochi che li vedono tutti coinvolti. Non servono tanti mezzi, né condizioni particolari, l’importante è che vi siano tanti partecipanti al gioco e che tutti abbiano come scopo quello di divertirsi e passare qualche ora in maniera del tutto spensierata. I giochi che si organizzano all’interno degli spazi all’aperto sono, in genere, reputati molto più divertenti rispetto a quelli che si possono svolgere soltanto all’interno. I grandi spazi all’aperto, infatti, rendono il bambino libero di muoversi, di correre e di saltare senza alcun limite spaziale. Molti giochi della tradizione, quelli che hanno le loro radici in un passato più o meno lontano, dipende dai casi, prediligono soprattutto i grandi spazi all’aperto. Così i classici giochi come il nascondino, la mosca cieca, guardie e ladri e tanti giochi simili non divertirebbero allo stesso modo se fossero praticati in spazi chiusi e costretti.

palla prigioniera


Caratteristiche principali

palla prigionieraAll’interno della categoria dei giochi all’aria aperta, come non citare il celebre gioco della Palla Prigioniera. Si tratta di un gioco di gruppo dove la presenza di un numero abbastanza alto di partecipanti contribuirà a renderlo sicuramente più divertente. Nella palla prigioniera tutti i bambini devono dividersi in due squadre, ognuna deve avere un caposquadra a cui tutti dovranno fare riferimento. Le squadre devono avere un numero massimo di quattro giocatori per evitare un numero troppo basso, o nel caso contrario, troppo alto, di partecipanti può mettere in discussione la riuscita del gioco. Perché questo gioco possa essere messo in pratica non basta soltanto la presenza delle due squadre di cui si è detto, ma sarà ugualmente necessario il possesso di una palla, da qui il nome di “palla prigioniera”. La palla sarà “l’arma” attraverso cui i compagni della squadra avversaria dovranno essere colpiti e fatti, così, prigionieri. Colui che è diventato prigioniero potrà liberarsi tentando di impossessarsi della palla e colpendo a sua volta gli avversari.

  • Dondolo bambini

    Dondolo bambini Una famiglia composta da adulti e da bambini condurrà una vita caratterizzate da numerose attività volte a soddisfare le esigenze non solo degli adulti, ma anche dei bambini. i bambini, infatti, rives
  • gioco delle bocce

    gioco delle bocce I bambini amano passare le loro giornate all’aria aperta e a contatto con tanti coetanei con i quali vengono organizzati tanti giochi all’insegna del divertimento. Negli spazi all’aperto i più piccoli
  • gioco campana

    gioco campana Da quando si è bambini il gioco è e rimane fino all’età adulta un’importante attività di svago, anche se crescendo assume delle caratteristiche differenti. Ma il gioco non è soltanto un’attività ludic
  • mini golf

    Mini golf Quando si è bambini il passatempo preferito è giocare all’aria aperta senza alcun limite in termini di spazio e di libertà. Alcuni giochi dell’infanzia richiedono degli spazi abbastanza ampi in cui si


Regole

Le regole del gioco della palla prigioniera sono abbastanza semplici, ma il loro essere seguite alla lettera è indispensabile perché il gioco possa riuscire perfettamente. Come già detto in precedenza, questo tipo di gioco insieme a tanti altri classici giochi all’aperto, necessitano di ampi spazi con il minor numero di ostacoli possibili. Per giocare a palla prigioniera è bene delimitare il campo da gioco, indicandone e segnandone i confine, generalmente il campo deve avere una forma rettangolare. Una volta fatto ciò, si passa alla nomina dei capitani che saranno a capo di ognuna delle due squadre. Il caposquadra potrà essere selezionato tramite una votazione, una conta o a sorte. In seguito saranno i capitani a decidere quali saranno i componenti della propria squadra scegliendoli in maniera alternata. Il gioco prevede che i componenti di ogni squadra devono colpire quelli della squadra avversaria, in maniera non violenta ovviamente, ogni lancio non dovrà superare le linee di confine del campo stabilite prima dell’inizio del gioco. Vincerà la squadra che avrà eliminato tutti i membri di quella avversaria.


Benefici

Giochi come la palla prigioniera sono estremamente utili per la crescita del bambino. Il gioco, infatti, è un’importante tappa della vita di ogni individuo. Attraverso le attività ludiche, i bambini potranno sviluppare sia la propria psiche, che il proprio corpo, correre, saltare, deviare gli ostacoli, tentare di fare lanci mirati contribuiscono al coordinamento del corpo. Queste abilità sommate alla capacità di sapersi relazionare con gli altri, allo spirito di cooperazione, alla comprensione e al rispetto di regole non fanno che migliorare, in maniera del tutto inconsapevole, lo sviluppo del bambino.


palla prigioniera: Varianti

La palla prigioniera presenta numerose variazioni regionali e locali. In poche parole, lo stesso gioco presenta nomi diversi oppure le regole del gioco cambiano leggermente. Normalmente, ad esempio, si associa questo gioco con la palla avvelenata, ma le regole del gioco sono alquanto diverse. il giocatore di una squadra, infatti, deve battere la palla al muro e chiamare il nome di un membro della squadra avversaria il quale dovrà ricevere la palla e batterla a sua volta ma gridando “fermi tutti”. A questo punti tutti i partecipanti rimangono immobili, divenendo delle “statue”. Se la statua sarà colpita verrà eliminata, al contrario se bloccherà la palla diventerà battitore. Un’altra variante della palla prigioniera prevede che il compito di una squadra entra a far parte della squadra avversaria fin quando una squadra non avrà assorbito tutti i componenti dell’altra. Oltre a queste vi sono tante altre alternative ma in genere le regole cambiano leggermente tra una variante e l’altra.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: