Pupazzo di neve

Giochi da giardino

Le fasi dell’adolescenza e della pubertà sono probabilmente le tappe più delicate della crescita di un individuo e per tale motivo occorre seguire e guidare passo passo il bambino durante il suo processo di crescita. Secondo molti studi il modo migliore per diventare un adulto con una condizione psico-fisica ottimale è quella di stimolare i più piccoli al gioco. Questo, infatti, non deve essere considerata semplicemente come un’attività ludica, ma anche come un’attività educativa. Giocando il bambino impara tante cose, osserva, sperimenta, si muove e si diverte imparando a vivere con gli altri , i suoi coetanei, e a rispettare l’ambiente in cui vive. Le attività di gioco posso avvenire sia al chiuso che all’aperto, in effetti ogni occasione è buona per il bambino per giocare e fantasticare, a volte senza disporre di giocatoli né di altri strumenti comincia ad immergersi in un modo tutto suo in cui immagina di manovrare strumenti inesistenti e di vivere situazioni non reali. Questo è il grande potenziale del bambino che deve essere coltivato e stimolato sempre. Per un bambino è molto importante anche il luogo in cui si dedica alle attività ludiche sia abbastanza stimolante. Di sicuro uno spazio all’aperto consente ad un bambino di lanciarsi in corse, inseguimenti, salti e tante attività che lo fanno sentire libero e che non possono essere fatte all’interno degli spazi al chiuso. Uno spazio all’aperto come un giardino pubblico è uno dei luoghi d’incontro preferiti dei bambini e dei loro amichetti, ma non sempre è possibile passare il proprio tempo libero in questi luoghi. La vita frenetica che si conduce oggigiorno costringe a limitare il tempo da passare all’aria aperta. Ciò però non avviene se si possiede un giardino privato all’esterno della propria abitazione. Coloro che hanno una casa con all’esterno uno spazio verde riservato è decisamente molto fortunato. L’intera famiglia può, infatti, godere dello spazio all’aperto senza doversi spostare dalla propria casa. Un giardino privato può essere diviso in tante zone, da quella pranzo a quella relax e nulla vieta, anzi dovrebbe esistere in ogni giardino, un piccolo angolo riservato ai più piccoli. Esso può essere dotato di tutta una serie di accessori dedicati a loro dai classici giochi come lo scivolo, l’altalena e la casetta ai giochi apprezzati anche dagli adulti come Calcio Balilla, minigolf, ping pong ed altri ancora. In effetti quando sa ha un piccolo giardino a disposizione, il bambino può uscire ogni qualvolta le condizioni meteorologiche lo permettono e radunare un gruppetto di amici con cui organizzare i tipici giochi della tradizione, che si tramandano di padre in figlio, come nascondino, acchiapparello, guardia e ladri e tanti altri.

pupazzo di neve


Premessa

pupazzo di neve Tra i tanti giochi che è possibile fare all’aria aperta ve ne è uno divertentissimo che però non può essere realizzato tutto l’anno ma solo in un periodo specifico, l’inverno e soltanto in alcuni luoghi geografici d’Italia e del mondo. Questi pochi elementi avranno già dato un’idea di quale sia il gioco in questione, esso è il pupazzo di neve. Come detto in precedenza, infatti, un pupazzo di neve può essere costruito soltanto durante i mesi più freddi, in genere, quelli invernali e solo in alcune regioni d’Italia dove è solita cadere la neve. Per la creazione di un pupazzo di neve non bisogna essere degli scultori, ma basterà maneggiare la materia e divertirsi a creare delle forme quanto più somiglianti ad un uomo fatto, ovviamente, di neve. Non si dovrà utilizzare nessuno strumento in particolare, né alcuna tecnica specifica, ma soltanto tanta fantasia e immaginazione, molta collaborazione tra i bambini partecipanti alla costruzione di questa scultura umana fatta di neve e ovviamente la materia prima in assoluto: la neve. Quando le nevicate sono abbondanti, di solito, i bambini non vanno a scuola e possono divertirsi ad uscire in strada oppure nel proprio giardino di casa e radunare tutta la neve accumulata nell’ambiente per cominciare a creare la propria scultura.


    Pupazzo di neve

    pupazzo di neveIl pupazzo di neve è una figura antropomorfa, la cui realizzazione è molto semplice, basta l’impiego di neve, qualche materiale di scarto come scarpe, verdure, occhiali da sole e tanti altri elementi del genere per la realizzazione di alcune parti del corpo e tanta tanta fantasia. In genere, la costruzione di un pupazzo di neve non deve essere rigida e meticolosa, ma si deve lasciar spazio alla libera interpretazione dei bambini. Il pupazzo di neve fa parte sia della tradizione occidentale che di quella orientale. La differenza fondamentale tra i due tipi di tradizione sta nella modalità di costruzione dell’omino di neve. In oriente, in genere il corpo è formato da 2 palle, mentre nella tradizione occidentale l’omino presenta tre palle. Non serve specificarlo, ma è chiaro che ogni palla rappresenterà una parte del corpo: la principale è la più grande e sta alla base della struttura. Su di essa si poggia la seconda che rappresenta il busto e per finire la terza che consiste nel capo (nel caso del pupazzo a due palle il corpo sarà costituito dall’unica palla grande alla base e la seconda, più piccola, sarà la testa). Ovviamente, un pupazzo non può non avere delle braccia che vengono realizzate con i materiali di recupero di cui si è detto sopra. Tra le possibili varianti vi sono, ad esempio, le braccia fatte di un bel rametto disposti uno per lato, oppure è possibile utilizzare una di quelle scope fatte di paglia e rami intrecciati e porla su uno dei lati, in alternativa un bastone di quelli che utilizzano i vecchietti. Tantissime altre soluzioni possono essere adottate l’importante è che si usi la fantasia. Una volta ottenuta una struttura totalmente fatta di neve, si deve passare all’aggiunta di tutte quelle parti anatomiche che contribuiscono a dare all’omino una parvenza umana, così, dopo aver aggiunto gli arti superiori seguendo una delle alternative proposte più su, si dovranno aggiungere alcuni elementi fondamentali sul viso del pupazzo come gli occhi, il naso e la bocca. Gli occhi possono essere realizzati con dei bottoni, il naso con la tipica carota che spesso si vede nei film e la bocca può anche non essere presente, comunque sia dipende dalle scelte e dal gusto individuale: bottoni, fili di lana o qualsiasi altro elemento con un po’ di immaginazione può divenire una bocca molto espressiva. Infine si può passare agli elementi decorativi come cappellini di diverso tipo: da berretti, cilindri e baschi e ancora sciarpe, papillon, occhiali da sole, bottoni che simulino una giacca sulla palla centrale e quant’altro possa venire in mente per caratterizzare il proprio omino delle nevi. In genere, questa è la modalità con cui viene realizzato un pupazzo di sesso maschile, ma se se ne vuole realizzare uno di sesso femminile, una donna delle nevi potremmo dire, basta scegliere diversi accessori e colori. Si possono aggiungere dei foulard che fungano da fascia sulla palla che rappresenta la testa, magari di colore rosa, e anche la sciarpa può riprendere i tipici colori femminili, magari vi può anche essere l’aggiunta di un fiocco o di una rosa. Il tocco in più, che renda l’identificazione con una donna davvero completa sarebbe sicuramente la collocazione di una borsetta.


    Come si costruisce

    pupazzo di neve Come ben si sa, per la costruzione di un pupazzo di neve, l’elemento fondamentale è, appunto, la neve, non si potrebbe mai pensare ad un omino delle nevi senza di essa, anche se ultimamente l’industria di giocattoli si è attrezzata con omini gonfiabili. È ovvio che giocare alla realizzazione di un omino o una donna delle nevi non è cosa da tutti e il limite consiste nel luogo geografico in cui si abita. In Italia, ad esempio, non tutte le regioni sono caratterizzate da inverni nevosi, per cui in luoghi come Napoli o Palermo non è possibile dedicarsi a questo genere di attività, a meno che non ci si sposti in alta quota o non si passi qualche giorno in una località turistica invernale. Chi vive in una città dove, generalmente, in inverno nevica, avrà le cose sicuramente semplificate in quanto gli basterà uscire fuori al proprio giardino e avere a disposizione montagne di neve da modellare e lanciare. Nel mondo occidentale, soprattutto negli Stati Uniti. Il pupazzo di neve è legato al periodo natalizio. I bambini e le loro famiglie amano addobbare l’esterno delle proprie case e il proprio giardino con luci colorate e pupazzi di neve.


    Caratteristiche

    Il pupazzo di neve può essere realizzato da ogni bambino secondo il proprio gusto e i propri desideri. Esso non ha misure predefinite ma tutto viene deciso nel momento in cui si sceglie di realizzarlo. Essi possono essere a misura d’uomo, di un adulto ovviamente, oppure a misura di bambino, a seconda di chi lo realizza. La costruzione di un omino di neve è stato anche oggetto di una gara di guinness dei primati in cui si sfidavano gli scultori di neve avevano realizzato l’opera più grande e bella. Negli Stati Uniti addirittura un’intera cittadina ha cooperato per la realizzazione di un pupazzo di, addirittura, 37 metri, 9 metri più bassa della statua della Libertà. Tutte le parti del corpo per essere proporzionate alla struttura erano, ovviamente, non dei pezzi di scarto di tessuto o verdure, ma degli abeti per le braccia, degli scii per le ciglia, dei pneumatici per la bocca. In Oriente il pupazzo di neve, è ugualmente in voga e viene chiamato Daruma, ovvero bambola di neve. Esso riproduce per l’appunto una bambola che nella filosofia Zen è portatore di fortuna. Non presenta braccia ed è costituito solo da due palle di neve: una per il corpo e l’altra per la testa.


    giochi da giardino : La costruzione del pupazzo di neve

    La costruzione dei pupazzi di neve, è un attività che va per la maggiore, durante i mesi invernali, esso vale come arredamento per il vostro giardino, oltre ad essere un divertente passatempo. Di solito sono i bambini a decidere che tipo di pupazzo costruire. I pupazzi di neve possono essere costruiti quando si ha abbastanza neve a disposizione per poterlo creare. Si deve fare la parte inferiore che deve essere fatta molto grande e sta a rappresentare il corpo poi deve essere fata la testa e deve essere più piccolo dopo di che si passa ad adornarlo con sciarpe, carote o bottoni e mettere al massimo la propria fantasia e poter personalizzare al meglio il proprio pupazzo. La sua resistenza ovviamente non è lunga e si scioglie subito.


    Pupazzo di neve gonfiabile

    pupazzo gonfiabile In base alla località in cui viviamo e alle condizione meteorologiche di quel particolare anno, non tutti abbiamo la possibilità di veder cadere la neve. Se l'inverno non è particolarmente rigido purtroppo, il divertimento invernale più amato dei bambini non può essere realizzato. Per venire incontro alle esigenze delle famiglie che abitano nei luoghi in cui non nevica ma che vogliono, comunque, decorare i propri giardini per Natale, il mercato mette a disposizione dei pupazzi di neve gonfiabili che riproducono il simpatico omino e che possono essere installati all’esterno o all’interno della propria abitazione. Essi daranno un’aria allegra e gioiosa all'ambiente e renderanno estremamente divertente il periodo natalizio rendendo soddisfatti e felici anche i bambini.



    Guarda il Video

    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento: