Legno da esterni

Premessa

Il giardino è il luogo fondamentale di una casa che richiede grandi attenzioni e manutenzione. Si tratta di uno spazio all’aperto che, in quanto tale, ha bisogno di maggiori cure rispetto agli spazi al chiuso proprio perché le intemperie e la costante esposizione ad esse può compromettere lo stato di salute e la bellezza di mobili e accessori presenti nell’ambiente. Proprio per le condizioni più complesse di uno spazio all’aperto rispetto a quelle presenti in un ambiente chiuso e coperto, è consigliabile scegliere nella maniera più adeguata i diversi materiali con cui realizzare tutto ciò che farà parte dell’arredamento di uno spazio esterno. Come ben si sa, quando si parla di luoghi all’aperto, si posso intendere sia i luoghi privati che quelli pubblici. Nella prima categoria è possibile inserire i giardini privati di ville, case, campi e così via, mentre nella seconda si possono citare locali all’aperto, parchi e boschi comunali e così via. In tutti questi luoghi, chi si occupa dell’arredo e dell’attrezzatura da inserirvi deve considerare che in un luogo all’aperto i materiali devono sopportare le dure condizioni appena descritte, o quanto meno devono resistervi il più possibile. Non esiste in realtà, un materiale resistente e duraturo che riesca a mantenere sempre la stessa stabilità, le stesse caratteristiche tecniche e lo stesso effetto estetico. Forse la plastica è tra i materiali utilizzati nell’arredo da esterno quello più duraturo e indistruttibile, ma di sicuro il risultato scenico sarà molto meno affascinante rispetto al ferro battuto o il legno.

Legno da esterni

Legnaia da esterno in legno per giardino - Legno abete trattato con impermeabilizzazione - In kit da montare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 129€
(Risparmi 66,2€)


Scelta

Legno da esterni La scelta del materiale per il proprio spazio all’aperto, che sia un terrazzo o un giardino, deve essere operata con grande attenzione, soprattutto quando si vuole combinare l’aspetto pratico a quello estetico. Ogni materiale, infatti, ha delle peculiarità che possono caratterizzarli e renderli perfetti o per una questione di praticità o di bellezza. In genere non sempre si riesce ad ottenere un oggetto realizzato con un materiale dalle ottime caratteristiche tecniche e allo stesso tempo gradevole esteticamente. Forse gli unici due materiali che riescono a combinare questi due aspetti sono il ferro, in particolare quello battuto, e il legno. Plastica, acciaio ed altro sono dei materiali estremamente resistenti e duraturi, ma dal punto di vista estetico sono quelli meno ricercati. Materiali come ferro e legno invece sono di grande stile e gusto, e allo stesso tempo, di buona qualità. La differenza fondamentale tra questi due ultimi materiali sta nel fatto che il ferro nonostante la sua eleganza e la sua stabilità comporta un netto distacco con l’ambiente. Ciò non avviene, invece, con il legno che al contrario si amalgama perfettamente con la natura, che è preponderante in uno spazio all’aperto quale un giardino o un parco. Il legno, infatti, è uno dei materiali più antichi ad essere utilizzato sia in casa che all’esterno. I primi mobili, oggetti e accessori di qualunque genere sono stati realizzati in legno.


    Malayas Espositore per fiori, in legno, scaffalatura per interni ed esterni, per 6 vasi, 96 x 95 x 25 cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,99€


    Legno per Fai da te

    Legno da esterni Rispetto a molti materiali, esso può essere modellato anche in casa. ovvero, semplicemente dedicandosi al cosiddetto fai da te. Se, infatti, occorre per la propria casa o il proprio giardino un mobiletto o qualsiasi altro prodotto, ma non si hanno particolari esigenze in merito a estetica e soprattutto non si vogliono spendere troppi soldi, si può provvedere personalmente alla loro costruzione. Ciò può avvenire, però, soltanto in alcuni casi, ovvero quando si tratta di una lavorazione in legno. Anche se il risultato sarà abbastanza grezzo e poco rifinito, in quanto si parla sempre di una lavorazione non professionale, si potrà essere sicuri di avere un prodotti di buona qualità e con un costo contenuto. Basta scegliere l’essenza di legno favorita, realizzare un progetto di ciò che si vuole realizzare, acquistare la legna in negozi specializzati, farseli tagliare a misura e assemblarli con bulloni e viti. Di certo, soltanto con il legno è possibile realizzare un oggetto o un mobile autonomamente. Con il ferro non sarebbe possibile perché richiederebbe una lavorazione ben più specializzata e complicata, se non per l’ausilio di macchinari e strumenti da lavoro specifici. Il legno è un materiale molto comune, ma allo stesso tempo arreda con grande gusto e semplicità. Probabilmente molti dei giardini più belli e pratici sono proprio quelli in cui l’arredo è realizzato in legno. Esso, infatti, permette di raggiungere un certo livello dal punto di vista estetico, ma senza intaccare il lato pratico. Il legno, infatti, per quanto possa essere delicato, se curato in maniera scrupolosa può durare molti anni senza subire alcuna alterazione della struttura. Certo, se trascurato può subire dei danni sia pratici che estetici. La struttura dei mobili può indebolirsi e l’estetica può mostrare dei segni del tempo, colori spenti e scalfitture. Una buona e costante manutenzione, dunque, sta alla base di questo materiale. Solo in questo modo può mantenersi sano, robusto ed esteticamente impeccabile.


    Caratteristiche

    Legno da esterni Il legno è uno dei materiali più utilizzati non soltanto dentro un’abitazione, e dunque in un luogo chiuso e ben riparato, ma anche come materiale da esterni. Per quanto può essere considerato un materiale fragile e delicato, esso si sposa in maniera perfetta con gli spazi aperti per diverse ragioni. La prima consiste nel fatto che si tratta di una fibra naturale e come tale non può che conformarsi e uniformarsi con il resto dell’ambiente naturale, di cui un giardino si compone. L’introduzione di mobili e accessori in legno nel proprio giardino crea quasi una sorta di equilibrio tra gli elementi un’armonia che deriva dal l’utilizzo di un materiale naturale. Un arredamento in ferro, per quanto possa essere più idoneo in altri stili d’arredo e per quanto possa essere più resistente in determinati contesti, crea un distacco davvero molto netto tra l’ambiente e gli elementi d’arredo. Il legno in ambienti all’aperto può essere utilizzato in molti casi. A partire dai mobili, dagli oggetti e gli accessori, passando per il pavimento, fino alla realizzazione delle pareti stesse di una casetta, quelle chiaramente in legno. Per tutti questi tipi di impiego non è detto che si debba necessariamente utilizzare la stessa tipologia di legno. Esistono, infatti, numerose essenza tra le quali scegliere quella più adeguata ad uno specifico tipo di realizzazione. Ad esempio per la creazione di una pavimentazione è necessario l’impiego di un legno resistente, impermeabile e abbastanza duro.


    Modi di utilizzo

    Il legno è uno dei materiali naturali più usati per l’arredo da giardino e per esterni in genere. Le sue caratteristiche, la resa estetica e i colori lo rendono ideale per pavimentare il prato o il cemento dello spazio esterno, per il bordo piscina e per realizzare tetti e facciate di edifici. Anche se alcuni tipi di legno resistono naturalmente agli attacchi degli agenti esterni, prima della posa di un pavimento esterno, della costruzione di un tetto e dell’allestimento di una facciata in legno, bisogna saper scegliere la tipologia di materiale più adatto e usare tutti gli accorgimenti necessari affinché la struttura esterna sia durevole nel tempo e mantenga inalterata la sua resa estetica. A seconda dell’oggetto o del mobile, il legno sarà formato da pezzi tagliati in maniera adeguata a quel tipo di realizzazione. Prendendo sempre l’esempio del pavimento, molti giardini presentano delle zone pavimentata con delle doghe in legno accostate le une alle altre, soprattutto nei pressi della zona piscina. In questo caso, la vicinanza ad una fonte d’acqua può rendere necessaria la presenza di un’importante caratteristica: l’impermeabilità. Vi sono dei legni che sono scelti proprio per questa e ad altre specifiche proprietà. Il teak, ad esempio, è un tipo di legno rivestito da una sostanza abbastanza impermeabile che lascia scivolare via l’acqua e ne impedisce, o quantomeno, limita l’assorbimento, dannoso perché andrebbe a gonfiare deformare la doga. Altre essenze di legno per la realizzazione di pavimenti ed altri prodotti per il proprio giardino solo il pino, la betulla e tanti altri legni esotici. Di tutti questi legni, non tutti hanno le stesse caratteristiche: alcuni sono esteticamente più gradevoli, grazie ai particolari colori e alle venature che li caratterizzano, altri, invece, sono particolarmente resistenti e duraturi e questo aspetto è fondamentale se si ha bisogno di strutture particolarmente forti e resistenti. Comunque, qualunque sia il grado di resistenza e di stabilità del legno è necessario, prima di tutto sceglierne bene l’impiego, ovvero meglio utilizzare legni forti in elementi di arredo che richiedono una certa resistenza e durata piuttosto che essenze più delicate e fragili. In secondo luogo, è anche la manutenzione che gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute di un giardino che presenta un arredamento in legno.


    Legno da esterni: Manutenzione

    La manutenzione dei mobili e degli accessori di un giardino è particolarmente importante per garantire una durata sia estetica che pratica del proprio paradiso verde. Se si usano materiali come il ferro o il legno bisogna considerare anche quest’aspetto. Non si può avere, infatti, un giardino realizzato in uno di questi due materiali senza che vi siano fatte le dovute cure. Se il ferro va incontro all’ossidazione, ovvero alla formazione di ruggine a causa dell’umidità e dell’esposizione a pioggia ed altri fenomeni atmosferici del genere, il legno può presentare problemi di muffa ed un certo pericolo di incendi. Per scongiurare questi due importanti, e allo stesso tempo, fastidiosi fenomeni è bene utilizzare dei prodotti specifici da impiegare in periodi predefiniti dell’anno e in maniera costante. I principali prodotti, che in genere, vengono utilizzati sono vernici, spray o creme ignifughe, ovvero che allontanano la possibilità del legno di bruciarsi e prodotti antimuffa che ne impediscono la formazione. Perché i propri mobili siano immuni da questi fenomenici è bene che la manutenzione sia fatta correttamente e costantemente.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO