Legno per giardino

Premessa

Un giardino è l’ambiente all’aperto per eccellenza. esso è un’area molto particolare di una casa, nel caso dei giardini privati, ma vi sono anche aree della città o dei quartieri particolarmente verdeggianti, che una volta recintate costituiscono una sorta di polmone verde di una data area. In questo ambiente, che sia pubblico o privato, è bello passare il proprio tempo libero a contatto con la natura e respirando l’aria di una piacevole giornata estiva o primaverile. I mesi caldi sono, certamente, il periodo più favorevole per vivere il proprio giardino, ma ciò non toglie che anche in inverno o in autunno, quando le temperature lo permettono è possibile viverlo senza troppe difficoltà. Un giardino, specie se privato, infatti, deve essere organizzato e dotato di tutti gli accessori e i confort di cui si ha bisogno. Proprio come all’interno di una casa si ha tutto l’occorrente necessario per svolgere diverse attività, anche in giardino a seconda della zona che si crea, è necessario inserire gli elementi più appropriati al contesto. Come ben si sa, in un giardino privato è possibile ricavare diverse zone in cui vengono praticate una serie di attività ben definite. Vi è, ad esempio, la zona pranzo arredata chiaramente con tavolo, sedie e nel caso di grandi spazi anche barbecue, cucine da giardino e insomma tutto ciò che più piace al proprietario della casa. Un’altra zona interessante è la zona relax che può essere dotata di divani da giardino, poltrone, magari una piscina e così via. Oltre agli elementi che rendono un’area specifica vi sono un numero molto vasto di accessori che contribuiscono non solo all’estetica di tutto l’ambiente, ma anche a renderlo più pratico da utilizzare ed efficace.

Legno per giardino

Vanage - Piastrelle in legno d’acacia, set da 9, ca. 30 x 30 x 2,4 cm, Edge

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,94€


Utilizzo del legno in giardino

Legno per giardinoUn giardino è un luogo interessante in quanto è un prolungamento della propria casa e ciò significa che quando le temperature lo consentono, in questo ambiente, si arriva a passare gran parte del tempo che si trascorre in casa. Esso deve essere ben diviso ed organizzato negli spazi ed arredato con cura. Prima della realizzazione vera e propria di questo ambiente bisogna buttare giù una sorta di progetto in cui si stabiliscono gli spazi si progettano eventuali modifiche e si progetta la sistemazione di impianti di irrigazione di illuminazione e così via. Una volta che il progetto è stato approvato non resta che passare ai lavori pratici e a alla fase dell’arredamento. L’arredo di uno spazio all’aperto quale un giardino o un terrazzo non è una semplice passeggiata. È importante, prima di tutto, avere le idee ben chiare e scegliere secondo quale stile si vuole arredare il proprio spazio all’aperto. Soltanto in base allo stile prescelto è possibile cominciare a cercare gli elementi che più si addicono, tentando di operare una combinazione tra qualità e prezzo e tra praticità e efficacia ed estetica. Non serve, infatti, che il proprio giardino sia bello e curato, ma con prodotti non efficaci e di scarsa qualità. Stesso discorso è per la qualità a discapito dell’effetto estetico. Si dovrà, dunque, tentare di acquistare accessori che integrino i due aspetti. Quando si arreda un luogo, che sia interno o esterno, la prima cosa da scegliere e che sarà il punto di riferimento di tutta la fase di arredo, è chiaramente lo stile. Un giardino può riprendere diversi stile che vanno da quello classico, a quello rustico, fino a quello moderno. Inoltre all’interno di ognuna di queste grandi categorie vi si possono inserire delle categorie minori, come ad esempio, lo stile all’inglese, all’italiana, lo stile zen o coloniale e così via. Ognuno degli stili appena citati possiede delle peculiarità, ovvero una sorta di regole da seguire per far si che lo stile con cui un giardino è arredato, sia riconoscibile. In molti stili di arredo, soprattutto quello da esterni il materiale privilegiato è il legno.


  • tavolo con sedie La parola teak deriva dal nome latino della pianta da cui viene ricavato: la Tectona grandis L. Originario del sud est asiatico ed è considerato un legno molto pregiato. Il colore, solitamente dorato,...
  • tavoli in legno All’interno dell’arredamento il tavolo può considerarsi un elemento fondamentale intorno a cui si svolgono numerose attività sociali, dal pranzo alla semplice chiacchierata tra amici celebrando l’inco...
  • tavoli da giardino teak Il tavolo da giardino è uno degli elementi d’arredo fondamentali di uno spazio aperto che sia privato o pubblico, come ristoranti o chalet. Il tavolo è generalmente collocato in un’area specifica che ...

Habau 3103 - Ripostiglio da giardino con tetto piano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 84,95€


Caratteristiche del legno

Legno per giardinoIl legno è un materiale davvero interessante. Esso ha tantissime potenzialità e offre numerosi vantaggi. Il legno è il materiale per eccellenza che riesce a coniugare sia il lato estetico che quello pratico e forse è proprio questo suo aspetto che lo rende uno dei materiali più utilizzati ed apprezzati all’interno dei giardini di tutto il mondo. Che sia un giardino pubblico o privato, il legno è sempre in prima linea grazie alle sue diverse essenze che creano degli effetti estetici differenti, adatti a qualsiasi gusto, e a qualsiasi esigenza. Il giardino in legno ha sempre un certo fascino, prima di tutto perché si tratta di un materiale naturale che si integra perfettamente con la natura e dunque crea quella continuazione tra gli elementi naturale presenti, in origine, all’interno del giardino e gli elementi introdotti invece dall’uomo. Il legno, inoltre è un materiale non solo gradevole dal punto di vista estetico, ma anche molto pratico ed efficace in quanto garantisce resistenza e stabilità. Certo necessita di essere curato, come ogni altro materiale, ma se si prestano le dovute cure si potrà essere sicuri di avere un materiale duraturo nel tempo ed elegante. In legno è possibile realizzare qualsiasi elemento del proprio giardino, dalle eleganti coperture come i gazebo, le tettoie o le pergole, e ancora tavoli e sedie di tutte le forme e di tutte le dimensioni, grigliati, frangivento, panchine, tavoli e così via. Il legno si presta davvero ad ogni tipo di lavorazione. Esistono tanti tipi di legno ed ognuno di essi ha delle particolari caratteristiche sia dal punto di vista estetico (colore, venature, spessore), sia dal punto di vista pratico (resistenza, stabilità). Alcune essenze si adattano a particolari tipi di arredamento, mentre oltre sono più indicati per altri stili. Quando si deve scegliere quello che più fa al proprio caso sarebbe bene documentarsi in modo da avere le idee ben chiare sulla questione. Tra le varietà di legno più diffuse ed utilizzate in giardino come non citare il teak, il balau, il pino o l’abete.


Teak

Legno per giardino Il Teak è probabilmente il legno più conosciuto ed apprezzato nell’ambito dell’arredamento da giardino e da esterni in generale, se si tiene presente che anche in terrazzo è una delle essenze più impiegate. Il motivo per cui è uno dei legno più utilizzati all’aperto sta nella sua conformazione. Esso proviene dal continente asiatico ed è caratterizzato dalla presenza di una utilissima resina molto oleosa che va ad impermeabilizzare tutta la sua superficie. Ecco perché tra tutti i tipi di legni, il teak resiste meglio alle intemperie e alla formazione di muffa dovuta all’umidità, nonché ai raggi diretti e spesso aggressivi del sole. il teak è dunque un materiale impermeabile, ma allo stesso tempo anche molto solido, ed infatti, un altro suo vantaggio è che è immune agli attacchi delle termiti. Per tutti questi pregi, il teak viene impiegato soprattutto nella produzione di mobili ed accessori da esterno come tavoli, sedie, divanetti e poltrone, sedie, panche e così via. Il suo colore va dal giallo al bronzo con venature verdastre.


Balau, Keranji e Kempas

Il legno Balau ha origine dalle foreste pluviali del sud est asiatico. Anche questo tipo di legno è uno dei materiali più utilizzati per l’arredo di ambienti esterni. Le sue caratteristiche sono molto note e sono la sua durezza e resistenza che fanno sì che esso possa durare nel tempo, nonostante la costante esposizione alle intemperie. Il colore di questo interessante legno è abbastanza caldo e va dai toni del giallo ocra al rosso scuro. In genere, nell’arredamento da esterni viene utilizzato per la realizzazione di tavole e sedie, ma è probabilmente nella pavimentazione che raggiunge il suo massimo livello di bellezza e di efficacia.

Keranji e Kempas

Il Keranji è un particolare legno proveniente dalla Malaesia ed estratto da una leguminosa. Le sue caratteristiche sono una trama quasi intrecciata con una gamma di toni che va dal beige al bruno. Anche questo legno è molto forte e resistente, soprattutto all’abrasione. Non a casa è il materiale più utilizzato per la creazione di ottimi pavimenti da esterno, distinguibili per la loro qualità e la loro bellezza. Esso è molto semplice da posare e garantisce una buona durata nel tempo. Altro importante legno è il Kempas che condivide con il Kreranji molte caratteristiche come la trama, la resistenza e la durevolezza.


Keruing, Bintangor

Il Keruig ha una trama più o meno intrecciata che può conferire a questo legno una tessitura grossolana ma uniforme. Il suo colore va dal rosso al grigio bruno. Si tratta di un legno molto durevole che può essere trattato con specifici additivi per aumentarne la durevolezza. Ha una buona resistenza all’abrasione e viene utilizzato per la creazione di conteiner e di pavimentazioni da esterno. In questo tipo di utilizzo necessita di essere inchiodato per un buon fissaggio.

Bintangor

Si tratta di un tipo di legno molto interessante dal colore caldo. La trama è intrecciata e abbastanza irregolare e i toni della colorazione vanno da un rosso rosato ad un rosso bruno. Non è molto duraturo nel tempo, ma po’ ugualmente essere utilizzato nell’arredamento da esterni se trattato con specifici additivi. Il Bitangor non è molto semplice da lavorare tanto è vero che prima di inchiodarlo è consigliabile perforarlo. Anche questo legno viene utilizzato per le pavimentazioni.


Legno per giardino: Abete e pino

Per la realizzazione di strutture anche a fine abitativo come le casette da esterno, i capanni degli attrezzi o delle vere e proprie dependance, ma anche i vari tipi di coperture, vengono utilizzati legno come l’abete e il pino nordico. La morbidezza di queste essenze fa si che esse possano essere lavorate fino a ricavarne dei pannelli da trattare con specifici prodotti per aumentarne l’impermeabilità e la resistenza alle intemperie, e successivamente assemblati in maniera semplice e veloce. Questi legni provengono dalle foreste delle conifere dell’Europa del Nord e sono tra i più diffusi nei giardini, sia privati che pubblici. Per aumentare l’efficacia di questi legno è bene trattarli periodicamente con prodotti che li rendono impermeabili all’umidità, alla muffa e soprattutto ignifughi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO