Prato verde

Premessa

Chi possiede una villa o un appartamento a piano terra con giardino circostante sa quanto è importante avere un giardino bello e curato. La propria casa appare invitante ed ospitale agli occhi dei vicini di casa e di chi passa ad ammirarla. Un giardino curato, con un bel prato verde e tante piante è, senza dubbio, un ottimo biglietto da visita per qualsiasi famiglia. Certo, la cura degli spazi esterni è fondamentale ma ci si è mai chiesti quanto tempo e quanta fatica servono per poter ottenere dei buoni risultati? Uno spazio esterno curato e sano passa prima di tutto per la cura del fondo, e dunque, dl manto erboso. Solo dopo aver ottenuto un prato verde, fitto e rigoglioso, infatti, è possibile piantare gli altri tipi di piante e passare alla loro cura. Il prato è un elemento fondamentale della vita all’aria aperta. Fin da bambini amiamo passeggiare per le distese erbose o semplicemente sdraiarci con un telo e prendere il solo piuttosto che leggere un buon libro. Quando si parla di parto in genere si parla alle immense distese di verde presenti in luogo di dominio pubblico o nelle riserve naturali, quali boschi, pascoli, parchi cittadini e per l’appunto luoghi all’aperto divenute riserve la cui entrata è limitata ad alcune regole. Ma il prato può essere inteso anche su scala inferiore, basti pensare alle piccole aiuole, ai piccoli ritagli di prato che circondano la propria abitazione e che permettono di passare delle gradevoli ore all’aperto spostandosi semplicemente di qualche passo dall’interno della propria casa. Il prato è il luogo ideale per i più piccoli che amano rotolarsi nell’erba, rincorrersi e atterrare su una base relativamente morbida, ma anche dagli adulti che possono approfittare per rilassarsi, magari, sotto un bel sole caldo oppure ascoltare musica, chiacchierare con qualche amico o leggere un libro. I prati possono crescere spontaneamente, e ciò avviene soprattutto in luoghi poco abitati, dove i segni dell’uomo sono abbastanza limitati, oppure può essere seminato e sottoposto ad importanti ed incessanti cure. Esistono diversi tipi di prato e per poterne mantenere la bellezza in tutti i periodi dell’anno è importante documentarsi sulle cure a cui sottoporlo in quanto non è semplice prendersi cura del manto erboso. La cura del proprio prato è importante e indispensabile, chiaramente, solo nel caso in cui esso non cresce naturalmente. Nell’ambito privato, ovvero in una casa o una villa di proprietà, per l’appunto, privata, è molto raro trovare degli ambienti che non presentino almeno una piccola zona in cui è presente il prato. Un giardino con prato è davvero di grande effetto e bellezza e contribuisce a creare un’atmosfera serena in tutta la proprietà.

Maciste - Sementi per tappeto erboso - Ideale per zone aride - 1 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14€


Cos’è

Un prato è una garanzia per la bellezza di un ambiente. Sia negli spazi privati che in quelli pubblici il prato è sinonimo di grandezza e di natura. Fin da quando siamo piccoli, amiamo correre, saltare, giocare o semplicemente stenderci su un prato verde. Negli ambienti più estesi come i parchi cittadini, i pascoli in montagna o altri immensi spazi del genere, il prato cresce quasi sempre in maniera spontanea ed è proprio quella la sua bellezza. In luoghi più ridotti nelle dimensioni quali una proprietà privata, ad esempio una villa, il prato è oggetto di importanti opere di manutenzione e molto spesso esso deve essere addirittura seminato in quanto durante i lavori di costruzione e di ristrutturazione del giardino stesso, era stato preventivamente rimosso. In uno spazio privato, dunque, la cura del giardino è fondamentale e il primo passo per far invidia ai propri vicini di casa è proprio quello di avere un ben curato prato verde. Ma che cos’è davvero un prato, e soprattutto come si può ricreare un fitto strato erboso nel proprio giardino? Il prato è un sottile ma ben distribuito strato di erba, livellata e sana che può crescere naturalmente, ma avrà chiaramente un aspetto più incolto, oppure può essere seminato e curato al fine di ottenere un risultato più ordinato e decorativo. Esistono diversi tipi di prato e diverse maniere d i prendersene cure. Chi possiede un giardino sa quanto tempo bisogna dedicare alla cura del manto erboso. Esso deve essere costantemente tagliato e livellato, bisogna stare attenti a non calpestarlo ripetuta,mente per evitare che si formino delle chiazze in cui l’erba non cresce più, e soprattutto è necessario proteggerlo dalle giornate troppo assolate, anche se sembra difficile. Un prato ben tenuto deve avere anche una corretta irrigazione, che sia omogenea e né troppo eccessiva e né troppo scarsa. Insomma avere un prato nel proprio giardino richiede tanta cura e attenzione, ma il risultato sarà, senza ombra di dubbio, piacevole e interessante. Tanto che saranno gli altri vicini ad esclamare che “l’erba del vicino (intendendo il proprio prato) è più verde. Un prato dunque può essere seminato, oppure, può essere acquistato sotto forma di “zolle”. Nel primo caso, il prato nasce in tempi abbastanza dilatati, anche se non eccessivamente lunghi. Il terreno su cui si potrà vantare una distesa coltre verde, deve essere lavorato affinché possa avvenire la semina dei semi del prato. Dunque, dopo la semina si dovrà attendere, chiaramente, il tempo necessario per la crescita completa dell’erba. Solo dopo si potrà passare al taglio e a tutte le altre operazioni necessarie alla realizzazione di uno splendido prato. Nel secondo caso, invece, l’erba non crescerà in maniera naturale previa semina, ma potrà essere acquistata presso dei rivenditori specializzati. Ebbene sì, e la cosa non è poi tanto strana. Il prato, infatti, può essere realizzato anche acquistando delle zolle. Esse dovranno essere piantate l’una accanto all’altra su tutta la superficie da ricoprire e si otterrà uno splendido prato, in poco tempo, ma senza dubbio con costi notevolmente superiori.


  • Negli spazi all’aperto c’è un elemento fondamentale che colpisce subito l’osservatore: il verde. Uno spazio urbano, una zona circoscritta o una proprietà privata diventano degli spazi molto più elegan...
  • Il giardino è un ambiente che molti intendono come il prolungamento della propria casa, generalmente una villa o un appartamento a piano terra. Sia che si ami l’arredamento e che si sia appassionati n...
  • Il prato è un’immensa distesa verde di erba morbida e dalle sfumature brillanti. Esistono luoghi in cui essi sono presenti in maniera naturale, si pensi ai paesi anglosassoni. Esistono, però, anche de...
  • Tutti conoscono la bellezza e l’eleganza di un prato, ma non tutti sanno quanta fatica e quanta attenzione occorre per poter aver un prato rigogliose, forte, sano e verdeggiante. Non tutti i prati so...

Evergreen 119458 – semi per prato verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,15€


Scegliere l’erba

Per avere un giardino dal colore naturale verde, brillante e rigoglioso, è importante scegliere l’erba giusta. Non tutti i prati sono caratterizzati dallo stesso tipo di erba. Dunque, quando si scelgono i semi per la semina del proprio prato o quando semplicemente si acquistano dei prati a zolle, la scelta del colore dell’erba è fondamentale ed ogni manto erboso ha la sua tonalità. I prati, infatti, non sono fatti tutti della stessa erba. La specie vegetale a cui appartengono la maggior parte delle erbe dei nostri prati è quella delle graminacee, ovvero le microterme le macroterme. Le due famiglie di graminacee presentano chiaramente delle differenze che fanno sì che una di esse sia preferita all’altra e viceversa. In parole povere, oltre ai vari criteri di scelta del prato che si basano sul tipo di terreno in cui dovrà attecchire, il tipo di clima, il grado di umidità e così via, anche il colore dell’erba è uno dei criteri di scelta più importanti.


Semina

semina del prato Per avere un prato verde e ben curato è molto importante la fase di scelta delle sementi che dovranno essere correttamente seminate. I semi si acquistano in maniera estremamente semplice in qualsiasi negozio dedicato al giardinaggio a prezzi davvero ridotti. Nel caso di grandi spazi da ricoprire con distese fitte di prati, infatti, si consiglia di scegliere l’alternativa del prato seminato a quello pronto, che in termini economici, verrà a costare molto di più. Una volta scelti i semi della qualità preferita, quelli cioè che consentono di ottenere uno splendido prato verde e fitto non resta che passare alla parte più complessa: quella della semina. Il segreto per ottenere un prato forte e ben seminato è quello di preparare correttamente il terreno per far sì che esso possa accogliere nell’ambiente migliore le sementi. Una volta pulito, smosso e preparato il terreno è possibile cospargere in maniera ordinata le sementi e attendere la crescita. La fase di crescita deve essere accompagnata da alcune importanti operazioni quali la concimatura e la sabbiatura. Altro fattore fondamentale per la crescita di un prato folto e sano è una corretta irrigazione. In genere si preferiscono gli impianti di irrigazione interrati, ma per poterli installare è necessario procedere prima della semina.


Prato pronto

prato pronto Alternativa estremamente valida alla semina è il prato pronto. Il prato pronto si presenta sottoforma di zolle vendibili a metro quadro. Esse hanno un costo alquanto elevato ma sono un’ottima soluzione per riempire piccoli spazi con un soffice e verde manto erboso. L’operazione di installazione non è estremamente complicata. Nel caso in cui non si fosse capaci di procedere autonomamente si può sempre ricorrere all’aiuto di qualche esperto o di operai inviati dal punto vendita in cui si è effettuato l’acquisto. Il prato in zolle è un prato già seminato e cresciuto che deve attecchire su un terreno preparato e disposto ad accogliere dell’erba. Dunque anche in questo caso è necessario compiere la fase di preparazione, ma si può saltare quella di semina. Prima di acquistare il prato suddetto è bene calcolare precisamente quanti metri quadrati di terreno si vogliono ricoprire per far sì di recarsi in negozio con le misure adeguate. Inoltre anche nel caso del prato pronto esistono diverse tipologie. È possibile scegliere tra erbe più delicate ed altre più resistenti, erbe più verdeggianti e altre dai colori più tenui. Insomma anche nel caso del prato già pronto non vi è altra scelta che decidere quella che meglio si addice alle proprie esigenze personali. Si sceglie normalmente un prato a zolle quando si devono pavimentare pochi metri quadri e dunque è esagerato scegliere la semina soprattutto se non si compie l’operazione personalmente. Il risultato è assolutamente pari a quello di un prato seminato. Certo, la spesa è leggermente superiore ma chi non possiede il cosi detto pollice verde può ricorrere a questo tipo di espediente. Che sia seminato o già pronto è prato è un valore aggiunto all’interno di un giardino. Rispetto agli ambienti pavimentati con normali piastrelle da esterno, i prati contribuiscono a rendere l’ambiente più naturale e rilassante ed è indicato soprattutto se in famiglia ci sono bambini.


Prato verde sintetico

prato verde sintetico Possedere uno spazio verde adiacente alla propria casa è senz’altro un’esclusiva di pochi e una vera e propria risorsa per trascorrere il tempo libero all’aria aperta e godersi un po’ di meritato relax. Avere un giardino però, significa anche dedicare del tempo alla cura e al mantenimento dello stesso per ricreare un ambiente decoroso, pulito e funzionale. Per gli amanti del giardinaggio questo non rappresenta altro che un delizioso passatempo ma, per i più pigri può essere un vero e proprio problema. La soluzione ideale risulta essere quindi il prato verde sintetico. L’erba sintetica rappresenta oggi un prodotto di altissima qualità, di lunga durata e relativamente economica se comparata con un prato naturale che necessita di continue cure, fertilizzanti e prodotti in grado di mantenerlo sempre sano e florido. Inoltre grazie ai materiali con cui sono realizzati, i prati sintetici mostreranno sempre colori accesi, fili d’erba verdissimi e rigogliosi in qualsiasi stagione dell’anno. Il mercato offre una vasta gamma di opzioni: tipologie, tonalità di verde e lunghezze differenti. Se il prezzo iniziale può causare ripensamenti, occorre considerare un altro fondamentale fattore. L’erba sintetica, a differenza del prato naturale sarà in grado di tenere a debita distanza i fastidiosi insetti come le zanzare che al contrario, risulterebbero molto attratte dall’odore dell’erba naturale.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO