Griglia in pietra lavica

Premessa

In uno spazio all’aperto come il giardino non c’è attività più piacevole e divertente che il pranzare o il cenare insieme a tante persone, in un contesto rilassante. In genere, chi possiede un bel giardino attrezzato e con tutti i confort, soprattutto per poter cucinare e mangiare in compagnia, sarà abituato ad organizzare tante cene all’aria aperta in occasione di feste o di occasioni speciali. A questo proposito nel proprio paradiso verde è possibile realizzare un’intera area tutta dedicate a queste attività che non faranno altro che renderla più funzionale e comoda. Generalmente, se si possiede uno spazio ampio e arioso è possibile installare nel proprio giardino una vera e propria cucina da esterno con tanto di forno, fornelli e lavandino. Una soluzione del genere eviterebbe il consueto via vai che si crea tra la cucina indoor e la zona pranzo esterna. Non sempre però è possibile farlo, per cui ci si orienta verso soluzioni più veloci, meno ingombranti e probabilmente anche meno dispendiose. In questo ambito vengono scelte le diverse cucine da esterno quali barbecue, bistecchiere o bracieri. Tutte queste soluzioni per cucinare sono poco ingombranti, e ovviamente molto dipende anche dal modello scelto, pratiche, anche per i meno esperti e gustose.

Ibili 755000 - Griglia in pietra, 37x18 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,6€


Scelta

Se si sceglie di installare all’interno del proprio giardino un barbecue la scelta è davvero molto ardua. La categoria delle cucine da esterno è molto ampia e presenta tutta una serie di modelli che differiscono in merito a materiali, dimensioni, prestazioni, tipo di alimentazione e accessori. Insomma si tratta davvero di elementi molto diversi tra loro, e ciò implica anche un costo molto variabile. Per tutti questi motivi la scelta del proprio barbecue non è una cosa semplice. Quando ci si appresta ad acquistarne uno è bene avere le idee molto chiare per far sì che si possa essere soddisfatti della propria scelta. Se si volesse ipotizzare una sorta di guida alla scelta, molto probabilmente, bisognerebbe considerare il posto del giardino in cui si vuole installare il proprio barbecue e calcolare bene le misure che dovrebbe avere l’apparecchiatura. Successivamente, bisognerebbe scegliere in base alle proprie esigenze estetiche , pratiche ed economiche i materiali di costruzione, il tipo di alimentazione e il modello. Infine si dovrebbe passare alla valutazione degli accessori presenti soprattutto se si necessita di modelli dotati di particolari attrezzi o elementi. Uno tra gli accessori più richiesti è la griglia in pietra lavica.

  • Bistecchiere Il giardino è ormai entrato a far parte della vita di una famiglia così come se fosse un qualsiasi spazio interno di una casa. In genere, è nelle stagioni più calde che se ne fa il massimo utilizzo ...
  • Barbecue in muratura Il giardino è un luogo all’aperto in cui è estremamente piacevole passare le proprie ore libere e non solo, soprattutto quando le temperature e il clima lo permettono. Il giardino è sentito come il pr...
  • Braciere Da quando esiste l’uomo, una delle attività più praticate sia per necessità, che per socializzare è quella del mangiare. Nel passato come oggi il momento del pasto è un momento per stare insieme e con...
  • Barbecue a legna moderno Chi ama la vita all’aperto, la compagnia, la natura e il buon cibo non può non avere una casa con giardino, organizzata e arredata con il massimo gusto, ma soprattutto la massima praticità. Quando si ...

Campingaz Adelaide Cestello per Pietra Lavica, Grigio, 35 x 40 x 10 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€


Vantaggi

La griglia in pietra lavica è un accessorio che può essere già compreso nel barbecue, oppure può essere acquistato in un secondo momento. Si tratta di una particolare superficie per la cottura di cibo, tra cui, carni, verdure, pesce e così via. Il materiale è, ovviamente, ciò che rende speciale questa griglia da barbecue, ovvero il fatto di essere realizzata in pietra lavica. La pietra lavica è un particolare tipo di pietra di origine, come ben si può intuire, vulcanica. Per la cottura di cibi è davvero una grande risorsa in quanto consente di arrivare a prestazioni davvero molto alte. Il sapore e la genuinità delle pietanze cucinate sono davvero garantite. La pietra lavica viene preferita a molte altre griglie da barbecue per motivi ben precisi. Prima di tutto una griglia così realizzata arriva subito a temperature molto alte e ciò garantisce una cottura saporita e corretta dei cibi. Inoltre una volta giunta ad una certa temperatura, la griglia in pietra lavica mantiene costante nel tempo la temperatura senza produrre degli sbalzi dannosi durante il processo di cottura delle pietanze. In genere, fino a poco tempo fa le griglie in pietra lavica erano esclusivamente delle superfici di cottura utilizzate in ambito professionale, ma ora si stanno diffondendo sempre di più modelli casalinghi alimentati a gas e di dimensioni più alla portata di tutti che consentono a chiunque di poterle sceglierle per la propria cucina e di poterle utilizzare.


Griglia in pietra lavica: Svantaggi

Se la griglia in pietra lavica è un elemento fondamentale per la cottura di cibi come carne, pesce, verdure ed altro all’aperto, non bisogna dimenticare però che tra i tanti vantaggi che questo accessorio presenta, vi sono comunque altrettanti svantaggi. Sarà, poi, in base alla valutazione sia degli uni che degli altri decidere se acquistarla o meno. Si è detto che la griglia in pietra lavica è pratica e funzionale, subito arriva ad alte temperature e la mantiene costante senza sbalzi controproducenti per la cottura delle pietanze. È anche vero, però, che si tratta di un materiale abbastanza delicato e che e deve essere sostituito abbastanza spesso in quanto va a deteriorarsi molto di frequente. Lo svantaggio principale di questa piastra è che si impregna molto facilmente dei liquidi che fuoriescono inevitabilmente da carne, pesce e verdure durante il processo di cottura. È come se il materiale assorbisse i succhi e poi andasse a alterare la propria struttura, oltre che a sprigionare un costante odore di bruciato che può inevitabilmente contaminare i bici. Una buona manutenzione, dunque, non basta, ma è necessario provvedere periodicamente alla sostituzione della piastra.



COMMENTI SULL' ARTICOLO