Barbecue a gas

Premessa

Una delle cose più belle del possedere un giardino o un grande terrazzo è quello di poterne godere a tutte le ore della giornata e in tutte le stagioni. Certo, durante i mesi estivi è di gran lunga più piacevole passare del tempo all’aperto e magari organizzare delle gradevoli giornate in compagnia di amici e parenti. Una delle attività più ricorrenti, infatti, è proprio quella dell’organizzazione di cene o pranzi in giardino o in terrazzo per godere del fresco di alberi e piante e per chiacchierare e stare in compagnia, magari gustando qualche buon pasto. Non è un caso se in estate si organizzano degli ottimi barbecue, grazie ai quali i cibi vengono cotti in maniera gustosa e prelibata. Il barbecue non è soltanto un particolare strumento per la cottura dei cibi, in particolare carne e verdure, ma è anche un momento di grande convivialità e di socializzazione. Il barbecue è uno degli strumenti più utilizzati per cucinare in ambienti esterni. Indicato soprattutto per giardini e grandi terrazzi, il barbecue dona grande sapore ai cibi ed è presente sul mercato in una grande varietà di modelli. I Barbecue, infatti, possono essere alimentati in diversi modi: a gas, a carbonella, in maniera elettrica, a pellet e così via ed inoltre dispone di tutta una serie di accessori che consentono di eseguire tanti tipi di cotture diverse.

Barbecue a gas

Campingaz Texas Re.volution - Barbecue a Gas

Prezzo: in offerta su Amazon a: 214,16€
(Risparmi 25,79€)


Alimentazione e funzionamento

Barbecue a gas Tra i diversi modelli, differenti soprattutto sul piano dell’alimentazione, uno dei più validi è il barbecue a gas. Questo tipo di strumento per cuocere i cibi è alimentato, come facilmente si può immaginare, con una o più bombole di gas. Il maggiore vantaggio dell’alimentazione a gas è che vengono raggiunte alte temperature in pochi minuti, si conta addirittura che si arriva a 250° in pochissimo tempo. Uno dei maggiori svantaggi, al contrario, è la pesantezza della struttura dovuta al peso delle bombole di gas, che non consente al barbecue di essere spostato o trasportato facilmente. il funzionamento di un barbecue a gas non è molto complicato e consiste essenzialmente in poche fasi. La prima operazione da fare è ovviamente quella dell’accensione. Dopo di che i bruciatori si riscaldano e in breve tempo il calore si trasferisce, attraverso dei tubi conduttori, in maniera alquanto uniforme su una griglia. Non tutti i barbecue a gas sono uguali. Ogni modello è caratterizzato da una buona, media o pessima qualità e ciò può essere riscontrato in base alla cottura dei cibi. Alcuni modelli di qualità abbastanza alta prevedono che i bruciatori siano separati. Ciò consente di regolare in maniera semplice la temperatura del barbecue e tenere sotto controllo la cottura dei cibi. Inoltre ci si può accorgere che un barbecue è di buona qualità se la produzione dei fumi è limitata e gradevole. se al contrario, durante la cottura delle pietanze vengono prodotti troppi fumi e la fiamma rimane sempre troppo alta, allora il tipo di barbecue utilizzato non è certo dei migliori dal punto di vista della qualità.


  • Il giardino di qualsiasi dimensione esso sia, richiede cure, accortezza e necessita di spazi che possano contenere tutti gli attrezzi che, normalmente, vengono utilizzati per la pulizia della piscina ...
  • dondoli da giardino Il giardino è considerato dalla maggior parte delle persone il luogo migliore di una casa. Pur trovandosi all’esterno, esso fa pur sempre parte dell’abitazione. In molti casi il giardino è sentito com...
  • accessori ombrelloni Quando si parla di accessori per ombrelloni da esterno si intende tutta una serie di elementi indispensabili per l’utilizzo di questi importanti elementi del giardino. Molti di questi sono compresi a...
  • portavasi Quando si arreda un giardino è importante seguire una sorta di schema mentale che aiuta a tenere le idee ben chiare nella mente. La fase di progettazione, infatti, è estremamente importante ed è quel ...

Sochef G20512 Saporillo Barbecue a gas

Prezzo: in offerta su Amazon a: 127,37€
(Risparmi 32,53€)


Tipi di cottura

Barbecue a gas Ogni tipo di barbecue presenta tutta una serie di accessori aggiuntivi che sono necessari per realizzare diversi tipi di cottura da adattare alle diverse pietanze cucinate e al gusto che si vuole ottenere. I principali metodi per cucinare dei cibi, che si tratti di carne, pesce, verdura e così via, utilizzando il barbecue a gas sono: la cottura su griglia, su piastra o a fiamma viva. Per quanto riguarda il primo metodo di cottura, è chiaro che l’accessorio utilizzato una griglia su cui adagiare le pietanze. La ghisa può essere realizzata in diversi materiali come l’acciaio o la ghisa. Essa presenta, ovviamente, dei manici isolati per far si che non ci si bruci o ustioni quando la si preleva dal barbecue e dei canali che fungono da scolo dei grassi e dei liquidi che inevitabilmente si formano durante la cottura dei cibi. Oltre alla cottura su griglia, un’altra delle più utilizzate è quella su piastra. La piastra può essere realizzata in pietra naturale o pietra lavica. Si tratta di un materiale delicato non adatto a cibi troppo grassi dato che la colatura potrebbe danneggiarne la superficie. Essa può essere utilizzata sia come forno se si crea anche una cappa sulla parte superiore del forno, sia semplicemente come superficie per tenere in caldo i cibi dopo averli cotti. Vi sono modelli di barbecue molto interessanti che presentano più superfici di cottura e integrare nello stesso strumento diversi accessori, come la piastra, la pietra naturale e dei fornellini a gas o elettrici sui lati. Questi ultimi consentono di poter cucinare anche cibi in pentola e di trasferire, dunque, tutta la cucina all’esterno, senza doversi alternare continuamente tra la cucina all’interno della casa e il giardino o il terrazzo con una riduzione di dispendio d’energia, tempo e per mantenere la casa più pulita.


Scelta

Dato che all’interno del settore dei barbecue da esterno vi sono tanti tipi di modelli è opportuno che prima di passare all’acquisto di uno di essi ci si documenti su quale siano le varie tipologie, da quali caratteristiche sono contraddistinti e in base a dei parametri estremamente soggettivi, che dipendono cioè da individuo a individuo, è possibile decidere quale sia il modello più indicato per le proprie esigenze e per la composizione del luogo in cui esso deve essere installato. Prima di tutto la scelta deve tenere presente il tipo di alimentazione che caratterizza il proprio barbecue. Come già è stato detto in precedenza, infatti, i barbecue sono disponibili in diverse versioni dal punto di vista del loro funzionamento. Da quello elettrico, a quello in legno, a forme meno comuni di alimentazione come il pellet, fino a quelli a gas. Anche l’aspetto economico è uno dei principali parametri da tenere presenti prima dell’acquisto. Il costo di un barbecue, infatti, sottintende, nella maggior parte dei casi, anche la sua qualità e le sue prestazioni nell’ambito della cottura. Dei modelli particolarmente economici o stranamente sottoprezzo, in genere non sono estremamente validi dal punto di vista qualitativo. Ciò è visibile anche analizzando la loro struttura e la maniera in cui i cibi vengono cotti. Quando la struttura di un barbecue economico si presenta in modo da riservare dei dubbi a proposito è quasi sicuro che esso non abbia vita lunga. I modelli, infatti, caratterizzati da materiale fragile, sottile, da meccanismi poco sicuri e da una certa leggerezza sono destinati a rompersi e ad andare fuori uso dopo poco tempo e dopo un utilizzo scarso. I barbecue di qualità, infatti, si riconoscono dalla scelta dei materiali con cui vengono fabbricati. Se essi donano alla struttura una certa stabilità, sicurezza e resistenza, allora si tratterà sicuramente di un modello di buona qualità. anche dalla cottura dei cibi è possibile riconoscere se il proprio barbecue è di buona qualità o meno. I modelli più economici e più scadenti dal punto di vista qualitativo, infatti, producono troppi fumi durante il processo di cottura dei cibi e ciò va ad alterare i sapori e la consistenza delle pietanze cucinate. L’aspetto economico è dunque un parametro di fondamentale importanza nella scelta del proprio barbecue. Una struttura troppo economica infatti è nella maggior parte dei casi realizzata con materiali scadenti e ciò influisce sulla qualità dei cibi cucinati e sulla resistenza del barbecue. Molto meglio, quindi, spendere qualche soldo in più ma essere sicura di comprare un modello resistente e efficiente nella cottura delle pietanze. A tutto ciò è importante aggiungere degli altri piccoli accorgimenti da tener presente prima dell’acquisto. Il riscaldamento di piastre o pietre laviche su cui avviene la cottura dei cibi deve essere rapida per evitare un inutile dispendio di energia elettrica, gas o qualsiasi altra risorsa utilizzata per l’alimentazione del barbecue. Inoltre è importante che le parti più delicate della struttura siano adeguatamente protette per evitare danni o incidenti a cose e persone. La fiamma del bruciatore, ad esempio, deve essere protetta dall’eventuale colatura dei grassi dei cibi cucinati. Inoltre le parti calde devono essere adeguatamente isolate da quelle che non prevedono riscaldamento sempre per una questione di sicurezza e controllare che le griglie siano poste a minimo 10 cm di distanza dalla fonte di calore per evitare che le sostanze dannose prodotte dalla combustione entrino in contatto con i cibi.


Barbecue a gas: Accessori

barbecue a gas I barbecue quando vengono acquistati possono comprendere una serie di accessori che sono inclusi all’interno della confezione al momento dell’acquisto o che, al contrario, devono essere aggiunti in un secondo momento in quanto non sono previsti all’interno della spesa. Tra gli accessori più utilizzati da aggiungere a quest’importante elemento del giardino vi solo le griglie, le forchette, le pinze e tutti gli altri tipi di attrezzi con cui maneggiare il cibo in procinto di cuocersi, i guanti per proteggersi dal calore, i pennelli per condire i cibi, i termometri per controllare che la temperatura di cottura si mantenga scostante e tanti altri accessori. Per quanto riguarda la griglia è importante sceglierne sempre più di una in modo da poterle utilizzare contemporaneamente o di seguito, senza doverla subito lavare appena dopo la prima cottura. Gli forchettoni e pinze permettono di girare l’arrosto, spostare qualsiasi tipo di cibo senza scottarsi. Ciò è possibile perché questi attrezzi presentano l’impugnatura realizzata con materiale isolante. I guanti non sono obbligatori, infatti i più esperti di solito ne fanno a meno, ma è sempre meglio proteggere le proprie mani dalle alte temperature. I pennelli vengono intinti nelle salamoie e nelle salsine e poi vengono utilizzati per cospargere la superficie dei cibi. Le fette di carne, salcicce e spiedino sono i cibi su cui vi è, più di frequente, l’utilizzo di questi attrezzi. Tutti questi accessori contribuiscono a rendere la cottura dei cibi più semplice e comoda e a dare maggiore risalto ai sapori delle pietanze. Man mano che si specializza in questo tipo di cucina si possono acquistare accessori sempre più professionali in modo da rendere il barbecue un’esperienza gustosa ed indimenticabile.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO