Decespugliatore

Premessa

Un giardino verde, rigoglioso, sano e ricco, così come un terrazzo colorato, fiorito e profumato sono il sogno di tutti coloro che posseggono una casa dotata dell’uno piuttosto che dell’altro. Ma avere a disposizione uno spazio per il proprio relax da vivere da soli o da condividere con gli amici implica necessariamente che si debbano prestare le dovute cure all’ambiente in questione. La cura di un giardino o di un terrazzo non è una cosa semplice. In genere ci si affida alla professionalità di giardinieri, ma se si possiede il famoso pollice verde, oppure non si vuole assumere un dipendente per questioni di tipo economico si può provvedere personalmente alla cura delle proprie piante. Se il giardino non è molto grande e non ci sono molte specie vegetali, non sarà tanto difficile prendersene cura. Il problema sorge quando si possiedono giardini o terrazzi molto estesi o con piante dalle esigenze più disparate. In questo caso, stare dietro a tutte le tipologie vegetali e alle loro specifiche esigenze può essere molto difficile. Comunque sia, se si decide di provvedere personalmente è importante, almeno, documentarsi sulle diverse modalità di cura di ogni pianta.

decespugliatore

TAGLIAERBA DECESPUGLIATORE RASAERBA PER FINITURE A BENZINA 52CC - ACCESSORI GRATUITI + ALTRO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 106,39€
(Risparmi 213,57€)


Cura del giardino

Avere un giardino variegato e ricco di piante di diverso tipo è una grande risorsa sia dal punto di vista estetico che da quello naturalistico, ma ciò richiede oltre che competenza per la loro cura anche l’utilizzo di attrezzature specifiche e professionali. Un giardiniere fai da tè o professionale che sia dovrà, dunque, armarsi di ogni tipo di attrezzo per tagliare l’erba, innaffiare, travasare, concimare e così via. Esistono attrezzi davvero molto complessi nel loro utilizzo e sono maggiormente indicati per i più esperti in fatto di giardinaggio, poi esistono, invece, modelli alla portata di tutti che garantiscono un buon risultato senza aver speso troppo e senza aver fatto troppa fatica a capirne l’utilizzo. Non sempre gli spazi sono generosi, per cui è importanti riuscire a sfruttare quegli angoli inutilizzati per poter conservare i propri attrezzi da giardinaggio. Quando le dimensioni del giardino e del terrazzo lo consentono si può creare un vero e proprio capanno degli attrezzi, una sorta di casetta con tanto di porta attraverso cui si accede all’interno, in cui possono essere custoditi tutti gli utensili e i prodotti che normalmente vengono utilizzati per la cura dello spazio all’aperto. Ma quando il proprio terrazzo o giardino non è molto esteso è necessario valutare altre soluzioni più indicate per gli spazi limitati e una possibile alternativa può essere, senza dubbio, un armadietto, di quelli appositamente fatti per riporvi gli attrezzi. È chiaro che l’armadietto diversamente dal capanno degli attrezzi non può contenere un numero troppo alto di strumenti e soprattutto essi non devono essere troppo voluminosi altrimenti rischierebbero di occupare tutto lo spazio. Per scongiurare questo problema, dunque, si può ricorrere a tutta una serie di attrezzi da giardino che presentano più funzioni nello stesso strumento così da ridurne la quantità.


  • generatori di corrente Il giardino è probabilmente considerato da tutti il luogo più bello in assoluto. In giardino ci si può rilassare, respirare aria fresca, prendere il sole o fare un bel tuffo in piscina. Tutto ciò ovvi...
  • idropulitrici La cura del proprio giardino e delle proprie piante è un’attività fondamentale per chi ha la fortuna di avere uno spazio all’aperto a portata di mano. Così come l’interno di una casa è curato nei mini...
  • motozappe Un giardino non può essere chiamato così se non risponde a determinate regole estetiche. I giardini privati o i terrazzi di case o appartamenti, infatti, sono luoghi di grande importanza per la famigl...
  • trattorini A chi non piacerebbe un giardino o un terrazzo come quelli che si possono ammirare e commentare sulle riviste di arredamento o nei film? In realtà, non è impossibile raggiungere quei risultati, l’impo...

NUOVO 5 IN 1 MULTIFUNZIONE DECESPUGLIATORE A SCOPPIO 52CC, MOTOSEGA TAGLIASIEPI, TAGLIABORDI, CON ASTA PROLUNGA GRATUITA, CATENA E BARRA 2,2KW 3HP TRUESHOPPING®

Prezzo: in offerta su Amazon a: 169,99€


Vari tipi di attrezzi

decespugliatoreIn genere gi strumenti utilizzati per la cura di ambienti all’aperto si classificano in strumenti utilizzati per la cura del giardino o dei terrazzi e strumenti utilizzati nei campi agricoli. I due casi appena presentati indicano come questi due tipi di ambienti abbiano delle esigenze diverse e di conseguenza anche gli strumenti da utilizzare per lavorarli dovranno rispondere a delle modalità e a degli impieghi differenti. In giardino o in terrazzo, ad esempio, lo scopo è di preservare la bellezza e la salute di piante e fiori e fornire loro, l’acqua e le sostanze nutritive necessarie per la loro crescita, nei campi riservati all’agricoltura, invece, lo scopo fondamentale è quello di creare le condizioni migliori per rendere il terreno fertile e consentire alle piante di crescere e produrre. Occuparsi di un terreno agricolo, è ovviamente, un compito arduo e di certo non ci si può improvvisare. Bisogna conoscere bene i terreni, la loro composizione, i sistemi di lavorazione e una volta piantato il seme occorre far crescere la pianta, scongiurare il sopraggiungere di malattie e insomma occuparsi di tutto il ciclo vitale delle specie vegetali, nonché dei terreni in cui crescono. Quanto più gli strumenti utilizzati sono professionali tanto più il loro costo è elevato. Ora, se per la cura di un campo agricolo si necessita della competenza di figure professionali specializzate nel campo e di strumenti di alta qualità, per la cura di un giardino, invece, si può provvedere anche personalmente magari acquistando degli attrezzi di media qualità che possano coniugare la formula qualità - prezzo. Fatte queste piccole premesse, è necessario che chi si appresti a prendersi cura autonomamente del proprio giardino studi il tipo di piante in esso presenti o le tipologie di piante che si desidera inserire nell’ambiente e una volta comprese le loro esigenze in merito a quantità d’acqua, esposizione solare, travaso, potatura e così via bisogna seguire le istruzioni, ma prima acquistare tutti gli attrezzi necessari alla manutenzione del proprio spazio verde.


Decespugliatore

decespugliatore Tra gli strumenti che non possono assolutamente mancare all’interno del proprio giardino ritroviamo il decespugliatore. Esso è un attrezzo indispensabile per tenere in ordine il proprio prato e per renderlo uniforme e ordinato. Partire dalla cura del parto è fondamentale in quanto un manto erboso disordinato fa apparire abbandonato e trascurato l’intero giardino. Il decespugliatore va utilizzato da solo o in associazione con il tosaerba. Sul mercato esistono diversi modelli capaci di rispondere alle diverse esigenze degli utilizzatori, sia per caratteristiche tecniche, che per dimensioni dell’attrezzo e modalità d’impiego. Il decespugliatore funziona tramite un motore, disponibile in due versioni: elettrico o a scoppio. Nel caso del motore a scoppio, esso dovrà essere attivato per mezzo di combustibile, tanto è vero che il modello in questione presenta anche un serbatoio contenente della miscela. Per quanto riguarda, invece, quello elettrico, esso consente, senza dubbio, un grande risparmio di energia, e di conseguenza, economico. In pratica, quest’ultimo tipo di decespugliatore, non presentando il serbatoio per la miscela, ma meno leggero e maneggevole, comportando un maggiore sforzo nel suo impiego. Esso, di contro, consente all’utilizzatore di risparmiare sui costi dell’impiego, in quanto non vi è combustibile da acquistare. Per quanto riguarda le dimensioni, alcuni decespugliatori sono poco ingombranti e abbastanza leggeri ed essi possono essere utilizzati attraverso un’impugnatura manuale. Altri, invece, sono così grandi e voluminosi da prevedere una specifica imbracatura da indossare per sostenerne il peso durante l’impiego. I modelli più grandi, ancora, presentano un carrello che ne agevola il movimento, il quale è prodotto attraverso delle spinte da parte dell’utilizzatore. La struttura di un decespugliatore è pressoché simile nella maggior parte dei modelli, le differenza da una tipologia all’altra sono minime. Questa macchina presenta all’estremità anteriore delle lame, dalla forma di dischi rotanti, che girando a velocità elevate, provvedono a tagliare l’erba, i rami e quant’altro si trova sul prato, raggiungendo un risultato uniforme e compatto. Queste lame, ovviamente, sono molto taglienti e per questo, solitamente, il decespugliatore presenta delle barriere o delle griglie che impediscono che animali o persone, avvicinandosi accidentalmente, possano ferirsi.


Utilizzo

Il decespugliatore è abbastanza semplice da utilizzare. La prima cosa da fare è, chiaramente, accenderlo, sia nel caso del modello a motore che di quello elettrico vi è un pulsante o una leva di accensione. La tappa successiva è regolare manualmente il livello a cui si vuole che l’erba venga tagliata e procedere lungo tutta la superficie del giardino, mantenendo sempre lo stesso livello. Il decespugliatore, come molti attrezzi per la cura del prato, presenta delle parti taglienti, si è già accennato alle lame rotanti. Per questo motivo, quando lo si utilizza bisogna prima leggere il manuale delle istruzioni nel quale vengono illustrati gli adeguati procedimenti d’utilizzo per evitare di farsi male o di ferirsi. In genere le precauzioni illustrate nei libretti in questione invitano a mantenere una certa distanza di sicurezza dai dischi, che corrisponde solitamente ai 15-20 cm. Anche il volto dell’utilizzatore e di chi è all’interno dell’ambiente deve essere protetto. Per far ciò vengono fornite delle maschere che proteggono, appunto il viso da eventuali particelle solide che potrebbero volare e recare delle ferite al volto, colpendo punti delicati come gli occhi. L’autonomia di questi macchinari è variabile, in quanto dipende da quanti litri di miscela contiene il serbatoio nel caso di un dispositivo con motore a scoppio, oppure quanta energia immagazzina nel caso di quello elettrico.


Manutenzione

Una fase fondamentale dopo l’utilizzo del decespugliatore e la sua pulizia. La manutenzione di questi strumenti è fondamentale in quanto solo in questo modo può sempre essere garantito il corretto funzionamento dell’apparecchiatura. La prima cosa da fare quando il prato è stato tosato è quella di pulire le lame rotanti da eventuali depositi e residui di erba, rami, terreno e altre particelle organiche. Altri importanti accorgimenti da prendere è il controllo periodico delle prese per la ricarica degli strumenti elettrici, i cosiddetti alimentatori e dei serbatoi per la miscela in quelli a motore a scoppio. Inoltre dopo la tosatura dell’erba è opportuno svuotare il serbatoio dalla miscela non consumata, per evitare che si sviluppino dei depositi dannosi per il buon funzionamento dell’attrezzo. Come ultima raccomandazione è bene riporre il decespugliatore in un luogo al coperto dopo l’utilizzo per evitare che gli agenti atmosferici possano comprometterne il funzionamento. Le varie particelle in metallo, infatti, a contatto con umidità e acqua piovana possono sviluppare dei fenomeni di ruggine che, a lungo andare, possono anche compromettere la stabilità e la sicurezza dello strumento.


giardinaggio : L uso del decespugliatore

Un esempio di decespugliatore.Quando si vuole liberare un giardino da tutte le sterpaglie e le erbacce, diventa di uso comune il decepugliatore, utile proprio a questa evenienza. Il decespugliatore è un prodotto indispensabile per le rifiniture in giardino quindi chi ha uno spazio verde non può assolutamente farne a meno. Può essere acquistato presso i negozi di giardinaggio e per il fai da te. Qui sono in esposizione diversi modelli che si differenziano per la scelta del filo o del disco e del diverso motore, elettrico o a scoppio. Ogni modello di decespugliatore ha ovviamente le sue specifiche caratteristiche che saranno riportate sulla scheda descrittiva oltre alla possibilità di chiedere ulteriori informazioni al rivenditore.




COMMENTI SULL' ARTICOLO