Erba giardino

Prato giardino

Quando si entra in un giardino domestico o anche in un parco pubblico, ciò che balza subito all’occhio è il manto erboso, sia per la sua bellezza, nel caso in cui sia sano e ben tenuto, sia per la sua trascuratezza quando risulta evidente che non è curato correttamente. Ciò fa comprendere quanto sia importante la cura del giardino ed in particolare del prato. Se sano e bello è indicato come un elemento estremamente estetico, ma se è trascurato e mal ridotto rischia di compromettere la bellezza dell’intero spazio all’aperto. In un giardino domestico, ancor più che in uno spazio pubblico quale un giardinetto o un parco, la cura dell’area verde è fondamentale e il un bel prato sta alla base di esso. Il prato, come tutti sanno, è fatto di erba. Per quanto visivamente i vari tipi di tappeti erbosi non appaiono che come una distesa di fili di erba, ogni tipo di prato è diverso dall’altro. In poche parole, esistono tanti diversi tipi di prati con specifiche caratteristiche e esigenze. Realizzare un prato all’interno del proprio giardino coincide con la scelta di un particolare manto erboso che abbia delle peculiarità e la scelta si basa proprio su di esse. La differenza tra un prato e l’altro dipende, chiaramente, dal tipo di erba che lo compone.

7 pz Vasi Colorati in Metallo Ferro per Fiori Piante Erbe Aromatiche da Esterno Giardino Balcone Interno Fioriere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 2€)


Erba

Non tutti i prati sono uguali. La prima classificazione che occorre fare è quella tra i prati naturali e quelli sintetici. Il secondo tipo è caratterizzato da un manto erboso costituito da una fibra sintetica esteticamente molto simile all’erba naturale. L’utilizzo di questo tipo di prato è riservata soprattutto ai campi da gioco o ad alcune zone di piccole dimensione che si preferisce rivestire da un tappeto erboso permanente e che non necessita di alcuna cura. Il prato naturale, invece, è costituito, chiaramente, da erba naturale e anche in questo caso occorre fare delle differenza tra erba e erba. Come tutti ben sanno, ogni organismo e specie vitale cresce e vive sono in particolari condizioni climatiche e ambientali. Ogni specie, infatti, ha il proprio habitat e può vivere solo se si verificano le condizioni presenti in quello specifico ambiente.


  • trattorino rasaerba Prendersi cura di uno spazio all’aperto non è sempre facile. Vi sono diversi aspetti da prendere in considerazione come la grandezza dell’area da curare, la tipologia di elementi in essa presente sia ...
  • Rasaerba o tagliaerba Quando si pensa alla cura del proprio giardino o di qualsiasi area caratterizzata da un’ampia distesa di erba, la prima cosa che viene in mente è il taglio del manto erboso. In effetti, rasare o tosar...
  • Il prato è un’immensa distesa verde di erba morbida e dalle sfumature brillanti. Esistono luoghi in cui essi sono presenti in maniera naturale, si pensi ai paesi anglosassoni. Esistono, però, anche de...
  • Un giardino è uno spazio esterno che contorna una casa o una villa privata, nonché uno spazio pubblico, di dimensioni abbastanza estese. Per quanto riguarda le abitazioni private, il giardino può esse...

Giardino di Erbe per interni – da Viridescent – Contenitore in legno per davanzali di cucina. Contiene tutto ciò che vi serve per far crescere le vostre erbe aromatiche. Perfetta idea regalo. Disponibile oggi in offerta!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,97€
(Risparmi 10,02€)


Scelta

Scegliere l’erba giusta per il proprio giardino, dunque, è un’operazione fondamentale ma anche molto complessa. È importante, infatti, prendere in considerazione le condizioni climatiche del luogo in cui è localizzato il giardino e analizzare il tipo di terreno, aggiungendone dell’altro o arricchendolo di particolari sostanze a seconda del prato scelto. La scelta del prato, poi, dipende anche delle specifiche esigenze di chi lo vivrà. Un prato puramente estetico che non sarà calpestato o sollecitato in qualsiasi altro modo può essere costituito anche da fili sottili ma estremamente belli fitti, con il risultato di un prato delicato ma estremamente decorativo. Chi invece ha intenzione di utilizzare il prato per far giocare i propri figli o fare delle passeggiate, o ancora lasciare divertirsi i propri animali, avrà bisogno di un prato più resistente che riesce a non rovinarsi se calpestato ripetutamente. Poi, ancora, esistono prati scelti per il loro colore, altri per la particolare forma delle foglie e così via.


Erba giardino: Tipi di erba

Nello specifico l’erba da giardino non è mai realizzata con un’unica qualità di semi. Generalmente, si piantano nel terreno delle miscele di più sementi che costituiranno il manto erboso prescelto. Sono diverse le qualità di erba che compongono un prato e che possono essere acquistati nella forma di sementi presso qualsiasi punto vendita dedicato al giardinaggio. Il prato considerato icona di perfezione e di bellezza in assoluto è il tipico prato inglese, che presenta caratteristiche inconfondibili quali omogeneità, stesso livello dei fili di erba colore brillante ed acceso. Si tratta di un prato che prevede molta manutenzione per essere mantenuto sano e prefetto. Esso è uno dei pochi manti erbosi ad essere realizzato con un unico tipo di erba. Generalmente, le erbe più utilizzate nei prati domestici è la festuca, una qualità di erba resistente è abbastanza spessa e duratura. All’interno della specie della festuca esistono tanti tipi diversi di erba. altre qualità di erba estremamente apprezzate sono il loietto in quanto è, forse, la tipologia più celere nella crescita ed adatta a rivestire zone collinari o non perfettamente pianeggianti, non meno utilizzati sono l’eba denominata agrostide e la poa. Un prato, normalmente, è costituita dalla commistione dei tipi di erba appena citati. Un esempio estremamente valido è la miscela di loietto e poa che costituiscono un prato resistente e forte alle sollecitazione di calpestio e giochi di animali o bambini. le altre qualità, invece, sono da preferire per prati con finalità estetica piuttosto che pratica. Una volta scelta l’erba del proprio giardino bisogna passare alla pratica. Per la semina si preferisce il periodo primaverile, o anche autunnale. C’è chi preferisce, invece, seminare il prato in estate ma ciò implica un maggiore approvvigionamento di acqua per evitare che l’erba secchi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO