Ombrelloni legno

Premessa

Il giardino non è un vero giardino senza la presenza di pergole, tettoie gazebo, il cui compito principale è quello di offrire riparo e fresco a chi ama vivere all’aria aperta. Questi tipi di coperture, però, sono estremamente invasive perché richiedono un’installazione permanente che non le permette di essere smontate né tantomeno spostate. Tra i vari tipi di coperture invece, quelle più “alla portata di tutti” per la funzionalità, la praticità e anche l’aspetto economico, è senza dubbio l’ombrellone da giardino. Gli ombrelloni possono essere installati in diversi punto di uno spazio all’aperto: in giardino, su un terrazzo o un balcone abbastanza ampio, negli spazi esterni di bar, pizzerie e ristoranti. All’interno dello stesso luogo possono essere, inoltre, inseriti uno o più ombrelloni, a seconda della loro grandezza e della superficie da ricoprire. In un giardino, ad esempio, gli ombrelloni possono essere collocati in diverse aree come la zona pranzo, generalmente installati in tavoli che presenta al centro un foro d’entrata realizzato appositamente per inserirvi il palo dell’ombrellone, ma anche altre zone del giardino richiedono l’installazione di queste strutture come la zona piscina, dove è facile trovare al di sotto di essi tavolini con tanto di sdraio dove rilassarsi in compagnia. Gli ombrelloni da giardino sono molto diversi gli uni dagli altri, i modelli sono molteplici e differiscono soprattutto in base al materiale di fattura, alla dimensione e alla forma, al meccanismo di apertura e di installazione.

ombrelloni in legno

Sekey® 200 × 150 cm Ombrellone in Legno Ombrello Parasole da Esterno da Giardino Taupe Protezione solare UV50+

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,95€
(Risparmi 20,04€)


Il legno

ombrelloni in legno Tra i materiali più utilizzati per questo tipo di complementi da giardino è necessario ricordare il legno. Gli ombrelloni da giardino in legno sono ancora molto utilizzati perché questo materiale ha la naturale capacità di uniformarsi con lo spazio aperto. Il legno è un materiale naturale e nessun altro come questo potrebbe sposarsi in maniera così totalizzante con la natura. Ma il legno è preferito a tanti altri materiali, alcuni dei quali sono la plastica, il ferro e l’alluminio, soprattutto per la sicurezza che esso garantisce e per la sua solidità. Soprattutto nelle strutture di dimensioni maggiori, il legno è molto più resistente rispetto a materiali più leggeri quali la plastica o l’alluminio. Esso è capace di supportare la struttura anche in caso di forte vento e maltempo. I modelli disponibili per questo complemento da giardino sono molto variegati. Si può cominciare dai modelli di dimensione più ridotta con palo centrale e telo in tessuto. Questo tipo di ombrellone in legno può essere integrato a quei tavoli che ne prevedono la collocazione al loro interno attraverso un’apertura centrale. Sempre gli ombrelloni non troppo grandi sono quelli più indicati da porre a bordo piscina o su di un patio in quanto non ingombrano e possono essere facilmente spostati. I modelli di dimensioni maggiori, invece possono avere una struttura portante sia a palo centrale che a braccio laterale. Quest’ultimo presenta il vantaggio di lasciare completamente libera lo spazio al di sotto del telo coprente e di garantire un’area di cui disporre in tutta la sua pienezza. Questi modelli, in genere, necessitano di una base di sostegno da porre alla base della struttura di supporto che sia proporzionato al peso dell’ombrellone e alla potenza del vento in quel dato luogo. In alcuni casi si può installare l’ombrellone nel terreno in maniera salda per evitare di avere quella pedana esteticamente non molto elegante proprio al centro della superficie coperta. In questo caso però si trasforma il proprio ombrellone in una copertura di tipo fisso e dunque, così facendo, non sarebbe più possibile spostarlo all’occorrenza. Se si hanno le idee chiare sulla collocazione e si è sicuri di non volerlo più spostare, allora questo tipo di installazione può essere molto efficace.


  • mobili esterno Il giardino è uno dei luoghi fondamentali della casa. Chi ha la fortuna di averne uno sa che è di enorme importanza curarlo e arredarlo nei minimi dettagli. Arredare un giardino non è meno impegnativ...
  • sedie da giardino Le sedie da giardino sono tra gli elementi fondamentali dell’arredamento da esterni. Sarebbe impensabile uno spazio verde senza potersi sedere comodamente. Le sedie da giardino non sono solo il necess...
  • cucina da giardino Il giardino ormai non è più un luogo in cui ci si limita a passare il proprio tempo libero, le attività che quest’ambiente ospita sono ben più numerose e varie. Uno spazio sapientemente arredato ed at...
  • sdraio da giardino Un giardino dotato di ogni confort non può certo mancare di un elemento davvero indispensabile, questo elemento seppur semplice è uno dei più diffusi negli spazi all’aperto: si tratta di sdraio da gia...

Ombrellone in Legno Ombrello Parasole da Giardino Balcone Bianco Diametro: 3 m Nuovo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,95€
(Risparmi 12€)


Vantaggi e svantaggi

ombrelloni in legno Se si è arredato il proprio giardino in stile etnico piuttosto che classico, dove insomma vi è una predominanza di legno, anche l’ombrellone da giardino deve seguire in maniera continuativa questo stile e dunque tra i tanti materiali possibili per la realizzazione della propria copertura da giardino, il legno è la scelta più adeguata. Come accennato nel precedente paragrafo. In un ambiente all’aperto un materiale naturale come il legno non può che essere perfettamente in armonia con la natura. Inoltre si tratta di un materiale resistente e sicuro che può essere scelto nelle colorazioni neutre, ovvero le diverse tonalità delle varie essenze del legno, oppure può essere verniciato con colori specifici nel caso di giardini estremamente allegri e colorati. Gli ombrelli in legno possono essere collocati in zone specifiche in maniera singola ma anche in gruppo. Ciò avviene nel caso in cui si richiede una maggiore zona d’ombra e un unico ombrellone, seppur molto ampio, non basta. In genere questo sistema è utilizzato non tanto nei giardini privati quanto nelle aree esterne dei ristoranti o dei bar. Tra tutti i materiali utilizzati per la costruzione degli ombrelli da giardino, il legno presenta come tutti gli altri, non sono delle valutazioni positive come la sua naturalezza, la resistenza e la gradevolezza estetica. Esso, infatti presenta anche delle note a sfavore, che non per questo ne pregiudicano la funzionalità. Il legno, infatti, per quanto può essere resistente è pur sempre un materiale che risente della lunga esposizione all’area aperta e dunque alle intemperie. Gli ombrelloni mobili, possono essere riposti in garage nei mesi invernali, quando gli agenti atmosferici potrebbero intaccare maggiormente la struttura, ma ciò non toglie che anche nei mesi più caldi l’umidità, le piogge estive e nel caso di giardini posti vicino al mare la salsedine, possono contribuire al deterioramento dell’ombrellone costituito da legno. Inoltre il legno è un ottimo materiale soprattutto se impiegato negli ombrelloni non eccessivamente grandi, in questi casi infatti essi si mantengono su un certo peso, che consente ancora di poter essere spostato a piacimento senza troppi sforzi e senza l’aiuto di persone aggiunte. Se invece il legno è impiegato negli ombrelloni molto grandi, quelli in grado di coprire estese aree del giardino, il peso dell’intera struttura aumenta e diventa impossibile spostarli da dove sono posizionati, certo, ciò garantisce una maggiore tenuta anche con forte vento, ma la praticità dell’essere cambiato di posizione all’occorrenza viene a mancare.


Manutenzione e cura

Quando si acquista un ombrellone da giardino in legno, dunque, bisogna essere ben consapevole della tipologia di prodotto scelto. Ai grandi pregi citati precedentemente, che possono essere riassunti in pochi ma importanti aggettivi come eleganza, stabilità e naturalezza, possono essere accostati anche degli altri che lo descrivono in maniera meno positiva come la delicatezza e il facile deterioramento. E proprio a proposito di questi ultimi fattori il legno necessita di una costante e accurata routine di prevenzione e di manutenzione. A lungo andare, questo materiale può perdere la sua freschezza e naturalezza, ma il danno estetico non è il solo e unico rischio a cui si può andare incontro. L’umidità e le intemperie possono essere superate senza problemi per i primi tempi ma ad un certo punto il materiale comincia ad essere colpito e pian piano potrebbe verificarsi la formazione di muffa con il risultato finale, nei casi estremi di far marcire il legno. Ciò provoca una destabilizzazione della struttura che finisce per perdere la sua resistenza e la sua sicurezza. Per scongiurare tutto ciò e mantenere sempre “in vita” il proprio ombrellone da esterni in legno bisogna adoperarsi in cure costanti che riguardano soprattutto le parti del palo centrale e le aste che sostengono il telo. Questi elementi possono essere trattati con vernici o oli specifici aventi la funzione di proteggere e isolare dagli agenti esterni e di rendere ignifugo la struttura. Questa procedure deve avere una certa continuità nel tempo e solo così si potrà avere un ombrellone in legno come se fosse nuovo per lungo tempo.


Personalizzazione

Se si è acquistato diverso tempo prima un ombrellone in legno che è in buono stato, ma che si vuole rivalutare dal punto di vista estetico, magari dare un volto nuovo in vista di altri cambiamenti all’interno del giardino, si può scegliere di personalizzarlo senza troppe difficoltà. Le uniche competenze richieste sono una certa dimestichezza con il bricolage e un po’ di fantasia. Per quanto riguarda le parti propriamente in legno, esse possono essere semplicemente ri-verniciate con vernici da esterno appropriate per il legno. I colori tra cui si può scegliere possono essere i toni naturali del legno oppure si può decidere di rivoluzionare completamente la struttura con i colori più vari. Anche la copertura in telo può essere sostituita. Ciò avviene se è deteriorata dato l’eccessivo utilizzo e la prolungata permanenza agli agenti atmosferici oppure per semplice voglia di cambiamento. Essendo costituito di tessuto acrilico, il telo può essere scucito e con dell’altra stoffa ricucito sulla struttura portante. Con queste semplici e piccole operazione si può dare la sensazione di avere completamente cambiato il proprio ombrellone da giardino in legno.


Ombrelloni legno: Acquisto

Gli ombrelloni da giardino in legno sono tra gli articoli per arredamenti da giardino più utilizzati, per questo motivo è di grande facilità trovarli e acquistarli. I canali di vendita sono diversi, in ognuno dei quali è possibile trovare offerte e merce di carattere diverso sia dal punto di vista dei modelli che dei prezzi. Nei tradizionali centri commerciali, basta recarsi nei reparti dedicati al giardinaggio e si può facilmente trovare degli ombrelloni in legno non molto complessi a prezzi contenuti. Nei negozi specializzati in arredo da giardino o in tendaggi da esterno la scelta è sicuramente più vasta e i prezzi sono compresi in diverse fasce, da quella più bassa a quella più costosa. In questi ultimi punti vendita, in genere è anche previsto il trasporto e il montaggio, nel caso di modelli più complessi, da parte di operai specializzati.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO