Fioriere

Premessa

A chi non piacerebbe un balcone o un terrazzo fiorito e colorato, di quelli che passando con l’auto si rimane a bocca aperta? Ebbene non è così difficile creare un’area di grande impatto estetico e oltretutto naturale. L’importante è mettersi d’impegno e scegliere gli elementi giusti per arredare con cura il proprio ambiente all’aperto che sia un giardino, un terrazzo o un balcone. Al di là delle piante e dei fiori che sono, chiaramente l’elemento fondamentale, vi sono tanti oggetti e accessori, per così dire artificiali, che pure contribuiscono a realizzare uno splendido ambiente fiorito. Per fare ciò sono indispensabili le fioriere. Le fioriere sono una sorta di vasi che sono specificamente utilizzati per piantare ed esporre le piante da fiore. Ne esistono di diversi tipi che differiscono in base a dimensione, sistema di installazione, materiali e così via. In genere, esse rappresentano la soluzione ideale per chi non ha abbastanza spazio a disposizione nel proprio terrazzo o balcone e vuole ugualmente creare un ambiente carino e colorato. Le fioriere si adattano a tanti diversi tipi di piante da fiori che trovano in esse le condizioni necessarie per la vita. Esistono così tanti tipi di modelli adattabili ad ogni tipo di esigenze che anche chi non potrebbe averne una può trovare il modello giusto da essere inserito anche in una situazione di scarso spazio.

Fioriere

Blinky 96156-08 Italia Fioriera Con Grigliato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,99€
(Risparmi 11,71€)


Caratteristiche principali

Fioriere Prima di passare alla descrizione dei diversi tipi di modelli di fioriera, delle loro caratteristiche e del contesto nel quale sono maggiormente indicate, è necessario capire quali sono le piante da fiore che possono essere scelte per essere collocate, appunto, all’interno di esse. La scelta di una specie di fiori piuttosto che di un’altra non viene effettuata tanto in base al tipo di fioriera che si possiede ma piuttosto in base alle caratteristiche del luogo in cui vengono collocate, terrazzo o balcone e della sua esposizione al sole, al vento e così via. A seconda delle esigenze della pianta e della delicatezza dei fiori che si vogliono inserire nelle varie fioriere disposte negli spazi all’aperto, si dovrà scegliere la specie che più si possa adeguare alle condizioni di un determinato posto. Così, è importante seguire delle semplici regole che non devono essere né insegnate, né lette, ma si possono semplicemente dedurre in base all’osservazione del proprio giardino, terrazzo o balcone. Se il proprio luogo all’aperto, infatti, è molto esposto ai raggi diretti del sole non è consigliabile scegliere dei fiori troppo sensibili alla luce altrimenti potrebbero seccarsi in poco tempo. È sicuramente, molto meglio, in questo caso, piantare delle piante più forti e resistenti che non “temono” l’esposizione diretta al sole e che, anzi, ne hanno bisogno per vivere. Al contrario, vi sono altre specie di piante da fiori che necessitano di molta umidità e di ombra per questa ragione sarà necessario trovare un luogo del proprio terrazzo o balcone con queste caratteristiche oppure evitare di scegliere questa pianta se non si possiede neanche un angolo con le caratteristiche di cui avrebbe bisogno.


  • In un giardino che si rispetti i mobili e i complementi d’arredo non sono gli unici elementi ad arredare l’ambiente. L’elemento naturale, ovvero il verde, le piante e i fiori sono assolutamente indisp...
  • Fioriere in legno L’arredamento è un’operazione abbastanza complicata e deve essere ben studiata e ponderata perché si possano verificare, allo stesso tempo, tutte quelle condizioni che ne definiscono la buona riuscita...
  • La cura di uno spazio all’aperto non deve mai essere sottovalutato rispetto ad un ambiente interno. Non vi è alcuna differenza tra l’arredamento di un giardino, un terrazzo o un balcone con l’arredame...
  • Nell’ambito dell’arredo di uno spazio all’aperto vi sono degli elementi a cui è, in genere, riservato un posto fondamentale: i vasi e le fioriere. Tutti sanno quanto sia elegante ed affascinante un gi...

Prosperplast - Fioriera Vaso Per Piante Con Sistema D'Irrigazione Rato Case High Simil Rattan Con Piedini 30Lt Colore: Marrone Grigiastro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,29€


Tipi di fiori da fioriera

Fioriere Per evitare di sbagliare, in genere, vi sono delle specie che tradizionalmente vanno posizionate proprio in questi luoghi all’aperto. Si tratta di piante da fiore particolarmente resistenti che non hanno bisogno di particolari condizioni né di caldo, né di umidità o ombra, le più conosciute sono, senza dubbio, i gerani. I gerani presentano caratteristiche fondamentali che fanno si che essi possano adattarsi a molteplici condizioni ambientali. Prima di tutto i gerani sono dei bellissimi fiori dai colori forti e intensi adattissimi a decorare un balcone o un terrazzo, inoltre sono molto resistenti sia ai raggi diretti del sole che al vento o alle piogge. Tra tutte queste importanti proprietà dei gerani, ve n’è anche un’altra che di certo non guasta. Si tratta del loro potere anti zanzare. Ebbene si, se si introducono dei gerani in uno spazio all’aperto essi possono aiutare ad allontanare quei fastidiosissimi insetti dall’area abitata e ciò non è da sottovalutare soprattutto se si considera come tra le varie piante da fioriera è tra quelle che ha bisogno di meno cure ed è, dunque, adatta anche a quelli meno esperti. Atre piante che è possibile inserire nelle fioriere del proprio balcone o terrazzo sono margherite, belle di notte, e gerbere, anche se leggermente più delicate e con delle specifiche esigenze, garantiscono, comunque, un impatto visivo di grande fascino ed interesse.


Modelli e stile

Quando si deve acquistare una fioriera per il proprio luogo all’aperto o più pezzi, è necessario operare delle scelte che prendano in considerazione diversi elementi. Prima di tutto il tipo di ambiente in cui devono essere collocate, lo spazio a disposizione e la loro grandezza, il tipo di materiale e il sistema di installazione. Solo quando si hanno tutti questi parametri ben chiari è possibile fare la scelta migliore ed acquistare il modello più adatto alle proprie esigenze. La fioriera non è solo un semplice recipiente per piante. Per quanto i fiori possano decorare ed essere i primi elementi a balzare all’occhio, anche ciò che li contiene deve avere una certa qualità sia estetica che pratica. È importare dunque far riferimento al tipo di stile con cui è arredato l’ambiente ed in base ad esso scegliere la fioriera che si adatta meglio dal punto di vista visivo. Anche il materiale deve essere scelto in base alle esigenze della pianta e all’estetica del giardino. Ma la cosa più importante è, probabilmente, la scelta del tipo di installazione ne collocazione nello spazio di questi elementi. Esistono diversi modelli, infatti, che differiscono in base alla modalità con cui vengono applicati. I diversi modi di installazione favoriscono quegli ambienti che hanno, ad esempio, poco spazio o altre caratteristiche particolari a cui bisogna porre, in qualche modo, rimedio.


Fioriera a davanzale o ringhiera

Tra i modelli più interessanti vi sono le classiche fioriere da installare sui davanzali di finestre e balconi o sulle ringhiere in ferro. In genere questo tipo di soluzione è adatto soprattutto a chi possiede un balcone. Sui terrazzi o nei giardini, non vi sono davanzali o ringhiere su cui installarli e vengono dunque privilegiate altre soluzioni. I balconi, invece, non hanno degli spazi molto ampi per cui si preferisce sospendere alle apposite ringhiere o sui davanzali, per l’appunto, le fioriere e decorare, così il proprio ambiente. Per l’installazione di questo tipo di fioriere basta utilizzare degli appositi supporti compresi nell’acquisto che consentono di fissare ben saldamente la struttura al davanzale o alla ringhiera. È importante che si badi alla sicurezza ovvero che si fissi bene la fioriera per evitare che il peso possa far cadere verso il basso tutta la struttura e causare danni a cose e persone. Per quanto riguarda i materiali, le fioriere per ringhiere e davanzali sono, in genere, in plastica in quanto questo materiale è abbastanza leggero e non appesantisce la struttura contribuendo a causare delle cadute verso il basso. Di solito questo tipo di fioriere presentano anche un elemento chiamato sottovaso che serve ad evitare che l’acqua filtri verso il basso andando a bagnare i piani sottostanti.


Fioriere sospese e a parete

fioriere Altri tipi di fioriera sono quelli a parete. Si tratta di elementi che si sposano alla perfezione con quei balconi in cui vi è poco spazio e dei vasi posti semplicemente a terra potrebbero recare ingombro e fastidio al passaggio. Queste soluzioni sono utilissime perché al momento dell’acquisto vengono forniti dei ganci che servono ad agganciarli alla parete. Per questo tipo di installazione è opportuno valutare la natura della parete e far sì che i ganci siano ben fissati. Inoltre è importante calcolare quanto peso possono supportare per evitare che crollino tutte. Le fioriere sospese sono un’altra interessante soluzione per chi non ha molto spazio a disposizione ma vuole ugualmente decorare il proprio balcone. Esistono modelli classici e pezzi di design che possono essere sospesi al soffitto oppure addossati a una parete. Uno dei modelli più caratteristici e apprezzati è la fioriera con grigliato. Si tratta di un classico grigliato con alla base una fioriera. Alcuni modelli hanno la possibilità di posizionare la fioriera anche ad altezze diverse. Questa struttura ha diversi usi. Essa può essere impiegata come un separé, come delle parete rimovibili al di sotto di una copertura quale una tettoia o una pergola oppure semplicemente come fioriera. L’effetto estetico è davvero molto gradevole e viene combinata l’utilità del grigliato e la bellezza della fioriera. In genere queste fioriere con tanto di grigliato sono realizzate in legno ma non mancano modelli in plastica per una migliore leggerezza, praticità e per una maggiore resistenza alle esposizioni esterne e agli agenti atmosferici.


Posizionamento

Le fioriere, qualsiasi sia il tipo scelto per il proprio balcone o terrazzo, se il modello sospeso, a grigliato o a parete, devono essere curate periodicamente. Anche per questi elementi dunque è opportuna fare manutenzione in modo da prolungarne lo stato e il funzionamento. A contatto con l’umidità del terreno e con l’esposizione a pioggia e sole, le fioriere possono deteriorarsi soprattutto se costituite da materiali come il legno che tende a marcire se non trattato oppure il ferro che, invece, tende ad arrugginire. Per prolungare l’utilizzo delle proprie fioriere è bene cambiare il terriccio periodicamente in quanto a lungo andare esso può generare germi e parassiti, danneggiando anche le piante in esso piantate. Un’altra accortezza è non affollare la fioriera di piantine, a seconda della sua grandezza ci vorrà un numero preciso di piantine. Occorre, poi, fare attenzione che i fori di drenaggio lascino filtrare l’acqua in eccesso e non siano otturati dalla presenza di pietre o altri materiali ostruenti. Per i modelli in legno o ferro, è importante preservarne l’estetica e per questa ragione è opportuna trattarli con prodotti specifici per rinvigorirne l’essenza nel primo caso e prevenire la ruggine nel secondo.


vasi e fioriere : Materiali di fabbricazione per fioriere

Materiali di fabbricazione per fioriere Le fioriere nascono per rispondere all’esigenza di dare spazio ed ordine alle piante ed ai fiori nel giardino o sul balcone.

Possono essere collocate sul balcone, appoggiate alle ringhiere o a terra, oppure nel giardino.

La differenza tra le diverse tipologie consiste soprattutto nel materiale con cui vengono lavorate oltre che nella dimensione e nella forma.

Se la fioriera va poggiata sul balcone ovviamente è necessario che sia molto leggera oltre che abbastanza resistente.

Ecco perché di solito viene lavorata in ferro battuto o in plastica.

A differenza invece della fioriere che vanno a terra o nel giardino.

Perqueste ultime non c’è uno standard né di dimensioni, né di forme né tantomeno di materiali.

Dalla pietra al cemento passando per il legno.




COMMENTI SULL' ARTICOLO