Carriole

Premessa

In un giardino ci sono sempre tanti lavori da fare sia per curare le tante specie vegetali che si trovano in esso e sia per compiere opere di manutenzione nella varie aree di cui il proprio spazio è composto. La cura di questo ambiente è assolutamente importante dato che la sua bellezza consiste proprio nel poterlo vivere nella massima comodità e praticità. Per poter tenere sempre in ordine un angolo verde è necessario dotarsi di tutti gli strumenti più utili in caso di eventuali riparazioni e di cura di tutte le piante presenti. Oltre ai macchinari vi sono tanti elementi che contribuiscono allo svolgimento delle mansioni e tra questi non possono mancare assolutamente le carriole. Le carriole si prestano a diversi usi, dal giardinaggio all’edilizia, dal semplice trasporto a tanti altri a seconda della situazione.

Carriole

Vigor-Blinky Carriole Vigor 100-Verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,2€


Utilizzo

CarrioleLa carriola è uno strumento utilizzato all’interno dei giardini privati, dei cantieri, nelle case di campagna e in qualsiasi altro posto si necessiti di trasportare materia leda un posto all’altro. Si tratta di uno strumento molto antico, probabilmente, esso è stato uno tra gli elementi da sempre esistenti nell’ambito dei lavori manuali e la sua forma è così semplice che anch’essa sarà, quasi sicuramente, rimasta inalterata nel tempo. Nell’ambito del giardinaggio, spesso vi è il trasporto di terriccio da un posto all’altro dell’ambiente, oppure bulbi da piantare, piuttosto che piante anche abbastanza pesanti. Tutto ciò può essere, certo, eseguito a mano, ma avere a disposizione una carriola velocizza i tempi e soprattutto rende l’operazione meno faticosa. Durante le operazioni che avvengono quotidianamente in un giardino è sempre bene tenere a portata di mano una carriola che contribuisce a rendere ben eseguito un’operazione. Se, ad esempio, si devono effettuare dei travasi di piante da un punto all’altro del giardino o da un vaso all’altro, la carriola può agevolare il passaggio delle piante e del terriccio. Un ulteriore ed esaustivo esempio riguarda l’operazione della potatura molto importante nell’ambito del giardinaggio. Tutti sanno che in seguito alla potatura, si depositano sul terreno, sul passaggio pedonale o qualsiasi altro fondo del giardino, residui organici di erba, foglie e rami. Essi possono essere lasciati nell’ambiente, soprattutto sul manto erboso o sul terreno come materiale fertilizzante naturale, ma se si decide di rimuoverlo non c’è nulla di meglio che raccoglierlo tutto all’interno di una carriola che ne agevolerà la rimozione. Nell’ambito dell’edilizia, o meglio del fai da te, una carriola può essere riempita di cemento, mattonelle, pietre, insomma tutti quegli elementi che devono essere utilizzati durante i lavori.


  • Motocarriole Tra gli strumenti da lavoro è possibile elencare tutta una serie di elementi che trova la sua collocazione soprattutto all’interno del giardino. all’aperto, infatti, vi sono numerosi lavori da effettu...
  • piante antizanzare Chi possiede un giardino privato o un bel terrazzo sa quanto può essere rilassante e piacevole passare il proprio tempo libero all’aria aperta a godersi l’aria frizzantina dei mesi estivi, leggendo un...
  • motozappe Un giardino non può essere chiamato così se non risponde a determinate regole estetiche. I giardini privati o i terrazzi di case o appartamenti, infatti, sono luoghi di grande importanza per la famigl...
  • trattorini A chi non piacerebbe un giardino o un terrazzo come quelli che si possono ammirare e commentare sulle riviste di arredamento o nei film? In realtà, non è impossibile raggiungere quei risultati, l’impo...

TecTake Carretto carrello rimorchio in ferro rimorchio trasport legna giardino carro 350kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 65,99€


Struttura

Chi è che non sa come è fatta una carriola, la sua struttura è semplicissima ed inconfondibile. Essa è costituita da un contenitore che presenta dei manici grazie a cui può essere spinta o tirata. Alla base presenta delle ruote sulla parte anteriore per rendere il movimento leggero e veloce, mentre nella parte posteriore vi sono dei fermi che consentono alla struttura di rimanere ben salda al terreno quando non è in movimento. La carriola grazie al suo essere munita di ruote permette di trasportare materiale da un punto all’altro di un ambiente all’aperto in modo estremamente veloce e con il minimo della fatica. L’utilizzatore dovrà, infatti, semplicemente spingere l’attrezzo nella direzione prefissata e una volta giunti sul punto di interesse con un semplice movimento che sfrutta la legge delle leve tutto il materiale presente nella carriola può essere velocemente versato in terra. Basta, semplicemente alzare con i manici la parte posteriore della struttura. La carriola può, dunque, essere portata ovunque fatta eccezione per terreni cedevoli e melmosi che potrebbero “intrappolare” la struttura e renderne impossibile il movimento soprattutto quando sovraccaricata da pesi.


Carriole: Materiali

Le carriole hanno pressoché una struttura abbastanza simile, ma ciò che cambia da un modello all’altro è il materiale con cui essa è stata realizzata. Esistono, infatti, carriole in plastica e in metallo. Quelle in plastica sono dei modelli estremamente leggeri e sono generalmente meno grandi rispetto a quelle i metallo e dunque utilizzabili in circostanze in cui non è molto il materiale da trasportare. Per quanto la plastica sia resistente, essa può essere danneggiata da materiali spigolosi e dunque è sempre importante controllarne lo stato. Il vantaggio di questo modello, però, è che può essere ripulita molto facilmente. le carriole in metallo, invece, sono leggermente più grandi e pesanti, ma davvero indistruttibile, certo, lo svantaggio peggiore verso cui vanno incontro è quello di essere soggetta allo sviluppo di ruggine, ma con le dovute precauzioni anche questo problema può essere facilmente scongiurato. Ad esempio si può evitare di lasciarla alle intemperie durante i periodi di inutilizzo Dal punto di vista economico questo tipo di carriola ha un costo maggiore rispetto a quella in plastica in quanto è utilizzata soprattutto in ambito professionale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO