Campi sintetici

Premessa

Un prato è una distesa di erba folta ed omogenea che può crescere in maniera spontanea o essere coltivata in specifiche zone. Generalmente, nei grandi luoghi all’aperto, il prato cresce naturalmente ed esso non ha quelle caratteristiche rigorose di bellezza ed omogeneità che si pretendono per i manti erbosi non spontanei. Nel caso, invece, di spazi all’aperto privati in cui vi è la mano dell’uomo, si mira ad una tipologia di distesa erbosa più rifinita e ben tenuta. Come tutti sanno, in un giardino domestico non si può non desiderare un prato ricco, verdeggiante e omogeneo. Non è semplice dotarsi di un manto erboso impeccabile in quanto richiede molte cure e spesso il prolungato utilizzo dovuto a calpestio e intemperie può provocarne l’usura. Il prato non è utilizzato soltanto negli spazi pubblici come parchi e giardino o domestici come gli angoli verdi casalinghi, esso è anche il campo da gioco di molti sport che si svolgono, per l’appunto, sull’erba.

Haofy Nastro di aggraffatura di Erba Artificiale, 5mx15cm Erba Sintetica Erba Verde Fissaggio Nastro per Tappeto erboso Autoadesivo Prato Tappeto Cucitura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,6€
(Risparmi 0,39€)


Campo sintetico

Alcuni sport che si svolgono all’aperto vengono praticati su dei campi costituiti da erba. Tra questi sport, quelli più conosciuti sono senza dubbio, il calcio, il football americano, il rugby e tanti altri. Tutte queste pratiche sportive praticate sia in maniera agonistica che per passione vedono la sollecitazione del fondo su cui vengono praticati, il prato per l’appunto. Correre ripetutamente da un punto all’altro, saltare, rotolare, cadere, scivolare, tutti questi movimenti comportano un certo deterioramento del campo sportivo e di conseguenza una certa necessità di intervenire con dei lavori di manutenzione in quanto non è possibile che le gare sportive si svolgano su un campo ridotto male. In termini economici, i diversi lavori di manutenzione del campo comportano una spesa non indifferente. È per una questione economica, ma anche pratica che spesso i campi sportivi sono realizzati con erba sintetica piuttosto che con erba naturale. Un campo sintetico presenta dei vantaggi, in ambito sportivo, che un campo di erba naturale di sicuro non possiede.


  • Un giardino è uno spazio esterno che contorna una casa o una villa privata, nonché uno spazio pubblico, di dimensioni abbastanza estese. Per quanto riguarda le abitazioni private, il giardino può esse...
  • Il prato è un luogo estremamente affascinante. Esso non è altro che una distesa erbosa che può crescere naturalmente oppure essere coltivato in luoghi predefiniti. I prati non sono tutti uguali anche ...
  • Il manto erboso è una distesa di erba che cresce spontaneamente o che può essere coltivata e disciplinata all’interno di ambienti privati. Nei grandi ambienti incontaminati all’aperto, l’erba cresce a...
  • Il prato sintetico è un’alternativa davvero molto interessante al prato naturale. A tutti piacerebbe avere un giardino caratterizzato da un prato florido, sano e omogeneo, ma non sempre si ha il tempo...

Fast X Pietra impregnazione, agente per impregnazione 5,0 litri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Vantaggi

Dal punto di vista visivo, spesso, non vi è alcuna differenza tra un campo sintetico ed uno naturale. L’erba sintetica di ultima generazione è davvero molto simile a quella naturale, anche a livello tattile, per questo la differenza è assolutamente impercettibile. Come per i campi naturali, anche per quelli sintetici è possibile scegliere tra diversi tipi di erba a seconda dello scopo e della funzione che è chiamata a svolgere. I vantaggi di un campo sintetico sono molteplici. L’erba naturale è estremamente delicata e anche se si sceglie una qualità alquanto resistente e spessa il suo grado di sollecitazione prima della rottura sarà sicuramente inferiore a quella di un campo sintetico. L’erba sintetica è realizzata con fibre artificiali e ciò fa sì che essa sia estremamente resistente al prolungato calpestio, a calci, salti, scivolate e così via. Il grado di usura di un manto sintetico è alquanto basso e la manutenzione è minima. Rispetto ad un campo naturale, il campo sintetico quindi ha bisogno di una manutenzione minima. Ovviamente non c’è bisogno di irrigare il campo e fornire così il giusto approvvigionamento di acqua che non sia né troppo abbondante, né troppo scarso. Oltre al fatto di non dover ricorrere all’operazione dell’irrigazione, l’erba sintetica non necessita del periodico taglio dell’erba di cui, invece, hanno bisogno i campi naturali. Altri vantaggi sono che il campo sintetico non scolorisce e può essere utilizzato tutto l’anno, non vi sono periodi di fermo per le comuni operazioni e fasi di crescita, taglio o altro. Una volta posato sul campo, esso può subito diventare operativo. Dal punto di vista economico, poi, il vantaggio sta nel fatto che a fronte di una spesa iniziale maggiore rispetto a quella di un campo naturale, non vi saranno in seguito altre spese per la sostituzione, la manutenzione e la manodopera deputata ad effettuare tutte queste operazioni.


Campi sintetici: Realizzazione

La realizzazione e la posa dei campi sintetici avviene a opera di personale esperto in questo genere di operazioni. La realizzazione di questi campi avviene in due momenti. Il primo prevede la preparazione dell’area da ricoprire e la conseguente applicazione di alcuni tappeti speciali. Tali tappeti, che saranno di dimensioni diverse a seconda dell’area da ricoprire saranno, poi, cosparsi di una specifica colla che manterrà uniti i diversi tappeti che compongono il campo. Il campo è così terminato. L’ultima fase consiste, chiaramente, nel renderlo un vero e proprio campo da gioco e ciò avverrà con la realizzazione di strisce bianca che delimiteranno le diverse aree da gioco e con l’applicazione di porte, bandierine e quant’altro serva a far diventare il campo operativo. Dopo questa operazione è necessario cospargere su tutto il campo della sabbia in modo da rendere più stabile il terreno da gioco. La realizzazione di un campo sintetico non è molto complicata, ma di certo è un’operazione da far effettuare a personale esperto, realizzare un campo in maniera autonoma è, senza dubbio, più difficile e i risultati non saranno così professionali.



COMMENTI SULL' ARTICOLO