Sedie da giardino in resina

Premessa

I materiali utilizzati per le sedie da giardino e per tanti altri complementi d’arredo outdoor sono di estrema importanza. A volte materiali che in apparenza possono sembrare simili in realtà celano delle importanti differenze da non sottovalutare. La scelta del materiale giusto all’interno di uno spazio all’aperto è fondamentale e bisogna tenere presente numerosi parametri. La prima cosa da prendere in considerazione è lo stile d’arredamento che si è scelto in modo che tutti i complementi inseriti nell’ambiente possano riconoscersi all’interno di un filone di arredamento. In base allo stile adottato esistono dei materiali maggiormente indicati rispetto agli altri. Un altro importante fattore da prendere in considerazione è la praticità del materiale e soprattutto quanto si ha intenzione di impegnarsi lavori di manutenzione e riparazioni varie. Ogni materiale infatti, che sia plastica, legno o ferro, ha un diverso valore estetico, molto spesso proporzionale alla sua praticità facendo un esempio pratico, il ferro battuto e il legno che sono esteticamente eleganti e preziosi hanno bisogno, allo stesso tempo, di maggiori cure, rispetto a materiali esteticamente meno dotati, come la plastica, ma che eccellono in praticità e funzionalità. Ma come si accennava all’inizio del paragrafo, non tutti i materiali sono uguali e molto spesso si commette l’errore si far rientrare tipologie diverse nella stessa categoria. Ciò avviene molto spesso con la resina.

sedie da giardino in resina

Sedia in resina polipropilene effetto rattan impilabile anti urto antracite

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30€


Cos’è la resina

sedie da giardino in resina La resina è un materiale molto particolare simile alla comune plastica con la quale molto spesso viene scambiata. In realtà, essa appartiene alla stessa famiglia, ma sono rilevanti alcune differenze. La resina, nell’aspetto “imita” quella vegetale e ha la capacità di indurirsi fino a creare delle superfici molto dure e resistenti. Essa è costituita da polimeri complessi e ne esistono di diversi tipi, tra queste le resine fenoliche, acriliche, e così via. Durante la lavorazione le sostanze chimiche di cui è composta subiscono diversi passaggi che passano per la modellatura e la colorazione. Le modalità di lavorazione della resina sono diverse e complicate e portano alla realizzazione di diversi prodotti utilizzati soprattutto nell’ambito dell’arredamento come rivestimenti, piastrelle e mobili.


  •  tavoli da giardino in resina Se materiali come il rattan o il teak rappresentano delle novità abbastanza recenti in fatto di materiali utilizzati per l’arredamento del giardino, la resina è senza dubbio la novità più recente ed o...
  • Quando si pensa all’arredamento, in genere, si pensa all’allestimento di ambienti interni come le stanze di una casa, un salotto e luoghi del genere. Non arriva subito alla mente che anche ambienti al...
  • Se c’è una cosa che non deve mai mancare in una casa è la fantasia ed il colore. Quando si arreda uno spazio, sia quello interno che quello esterno, non si può non considerare di primaria importanza l...
  • tavolo plastica bianco La plastica è un materiale che negli ultimi decenni si è fatto strada imponendosi in maniera aggressiva sul mercato. Questo materiale è entrato sempre più a far parte degli arredamenti di una casa, si...

4 Pz Poltrona sedia Scilla in dura resina di plastica verde impilabile con braccioli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 52,4€


La sedia in resina

sedie da giardino in resina La resina è estremamente utilizzata sia nell’arredo da interno che da esterno, in particolare vengono realizzate con questo materiale sedie e tavoli per giardini e terrazzi. Una sedia in resina ha un aspetto molto simile a quello di una semplice sedia in plastica ma la differenza sta soprattutto nella qualità. La tradizionale plastica, infatti, è generalmente utilizzata da coloro i quali badano più alla praticità del proprio angolo verde piuttosto che al lato estetico. È noto, ormai che la plastica presenta numerosi vantaggi che riguardano soprattutto la sua funzionalità ma dal punto di vista decorativo non dona un carattere particolarmente interessante all’ambiente. Chi ama un giardino curato e ricco di dettagli esteticamente importanti non si indirizzerà verso questo materiale ma sceglierà articoli di diversa fattura, magari in legno o in ferro battuto. La resina rappresenta una vera rivoluzione di quest’ambito. Essa offre la praticità di una sedia in plastica, presentando tutte quelle caratteristiche che la rendono tanto utilizzata come la resistenza la velocità di pulizia e la scarsa necessità di manutenzione, ma in più associa alla praticità un aspetto estremamente gradevole. La resina dunque, rappresenta un’importante risorsa nell’ambito del settore degli arredamenti soprattutto in quello outdoor dove molto spesso è necessario sacrificare l’aspetto estetico del proprio giardino in favore di materiali che siano soprattutto in grado di resistere alla continua esposizione alle intemperie.


Caratteristiche generali

Le sedie in resina sono resistenti e molto carine. Esse si adattano a molti stili così che, inserite in diversi contesti possono diventare all’occorrenza fresche, divertenti e giovanili, magari se caratterizzate da colori sgargianti e molto appariscenti, oppure eleganti e discrete, se collocate in contesti più seriosi. Il mercato ormai si è adattato alla sempre più crescente richiesta di complementi d’arredo in questo materiale e così attualmente è possibile acquistare sedie in resina dai modelli più interessanti sia per forme che per dimensioni e colori. Le sedie in resina per loro grande resistenza anche alle condizioni climatiche più difficili si adatta egregiamente a giardini o grandi terrazzi in riva al mare. Tutti sanno quanto la vicinanza dal mare può danneggiare, anche gravemente, i mobili del proprio giardino. Per questo motivo è importante operare delle scelte mirate per evitare uno spreco di soldi in mobili da giardino che devono essere sostituiti dopo brevissimi periodi e di tempo, dato che è necessario curarli il più possibile proprio per ritardare l’effetto “distruttivo” della salsedine. La salsedine tende a corrodere le superficie danneggiando le vernici e i materiali stessi, ecco perché nei giardini delle tipiche case da mare non è molto consigliabile scegliere degli arredi in ferro, che tende ad arrugginirsi, oppure legno che può formare muffe e marcire. La plastica o ancora meglio, la resina sono i materiali migliori per questo tipo di ambiente. Essa infatti non è assolutamente scalfita dall’umidità, né dalla salsedine e rimane inalterata a lungo così da garantire sedie da giardino resistenti e sempre come nuove nel tempo.


Modelli e colori

sedie in resina I modelli delle sedie in resina sono davvero molto vari. Forme semplici e lineari, astratte e stravaganti, tante sono le possibilità tra cui scegliere. La prima cosa da fare quando si devono acquistare delle sedie in resina è scegliere lo stile che si vuole adottare nel proprio giardino, oppure se esso è già arredato e si necessita soltanto di sedie è d’obbligo seguire lo stesso mood dell’ambiente e abbinare questi elementi con i complementi già presenti all’interno di esso, soprattutto con il tavolo. Ebbene si, il tavolo è un elemento fondamentale nell’acquisto delle sedie in quanto è importante creare un legame tra questi complementi per evitare che la zona pranzo diventi un insieme di mobili senza alcuna continuità. In genere sedie e tavolo si acquistano insieme ma se ciò non avviene e le sedie vengono comperate successivamente bisognerebbe scegliere lo stesso modello del tavolo stesso, o se questo non è possibile, dei modelli che condividano alcune caratteristiche estetiche come il colore piuttosto che eventuale decori o la forma. Le sedie in resina sono costituite da una seduta, uno schienale ed eventualmente dei braccioli. Alcuni modelli assomigliano a delle poltroncine, mentre altri sono molto più semplici, formati da fasce di resina legate ad un perimetro che ne delinea la struttura. Altri modelli ancora sono astratti e stravaganti, senza una forma ben definita, degli oggetti d’arredo che apparentemente non sembrano delle sedie. La resina infatti è molto utilizzata dai designer di ultima generazione che amano i materiali plastici. Inoltre le sedie in resina possono essere impilate le une sulle altre oppure esistono modelli richiudibili. Si può dunque affermare che la scelta in fatto di sedie da giardino in resina è davvero molto vasta, l’importante è scegliere il modelli che risponde ai propri gusti estetici e pratici. Dei modelli così diversi gli uni dagli altri contribuiscono a rendere estremamente facile l’installazione di queste sedie a seconda degli ambienti. Ad esempio, le sedie a divanetto sono ottime all’interno di un’area in cui ci si può accomodare e rilassarsi magari a bordo di una piscina oppure all’interno di un gazebo fresco e ombreggiato con tanto di tavolino basso in tema con le sedie. Altre sedie, invece, quelle dalle forme più tradizionali sono ottime per la zona pranzo dato che la prerogativa fondamentale diventa quella della comodità. Le sedie richiudibili invece rispondono ad un’importante esigenza di tipo pratico ovvero, consentono di aggiungere delle sedute laddove si necessita di un maggior numero di sedie magari perché si è organizzata una festa o una cena con più invitati. Una volta scelto il modello delle sedie , tra i tanti possibili, e decisa la loro collocazione e funzionalità bisogna scegliere anche il colore. Anche la resina come tutti i materiali plastici si presta molto bene alla colorazione. In teoria è possibile scegliere qualsiasi colore, tutti i toni e le sfumature sono possibili. Se si preferisce mantenere un’atmosfera seria e discreta sarebbe meglio utilizzare dei colori neutri come il bianco, il nero o anche il verde che in uno spazio all’aperto dove la natura la fa da padrone è davvero indicato. Ma si ha una personalità più dinamica e fantasiosa si potrebbero scegliere colori più accesi e appariscenti e dare una nota di allegria in più all’ambiente, senza esagerare però!


Manutenzione

Per quanto riguarda la manutenzione, queste sedie sono estremamente pratiche e non ha bisogno di alcuna cura specifica. La resina non deve essere né trattata con particolari vernici, né con oli. Sembrerà strano ma essendo un materiale plastico l’unica accortezza da avere è la pulizia quotidiana. La resina è una specie di plastica di qualità più elevata e in quanto tale è impermeabile, immune a muffa e umidità. Può rimanere all’aperto senza subire modificazioni nella sua struttura ed rimanere intatta per anni e anni. Un ottimo articolo per chi non ha voglia di curare i propri mobili oppure per chi non è un amante del bricolage. Se proprio si vuole essere pignoli è sufficiente limitare l’impatto dei raggi del sole con le superfici perché con il passare degli anni potrebbero scolorirsi.


Sedie da giardino in resina: Costo sedie in resina

sedie in resina Per quanto riguarda il costo, le sedie in resina rappresentano un ottimo compromesso tra qualità e prezzo. La resina di prima scelta ha chiaramente un costo superiore, che si aggira intorno agli 80 – 100 euro, rispetto a quello di seconda o terza scelta che si aggira addirittura intorno ai 20 – 30 euro. Il costo delle sedie in resina però è estremamente variabile e tutto dipende dalla qualità del materiale. Complessivamente la resina è un materiale conveniente sia dal punto di vista qualitativo che da quello economico ma che allo stesso tempo presenta notevoli vantaggi. Tra questi ricordiamo la praticità e la funzionalità delle sedie, adatte a qualsiasi ambiente e facili da trasportare grazie al loro leggerissimo peso.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO