Tavoli da giardino in rattan

Caratteristiche generali

Nell’universo dei materiali impiegati nell’arredamento da giardino non esistono solo i tradizionali materiali impiegati generalmente come legno, ferro, plastica o alluminio. Negli ultimi anni questo settore ha fatto passi da giganti a dimostrazione che sempre più cura viene messa nell’arredo dello spazio esterno della propria abitazione. Il mercato offre, oggi, materiali alternativi, all’avanguardia classificabili sia come naturali che come sintetici. Dopo il teak, un speciale tipo di legno, entrano prepotentemente nel settore degli arredi materiali come il rattan sia nella sua versione naturale che nella sua rielaborazione in laboratorio.

tavolo rattan

Ipae-Progarden - Tavolo Fisso Intrecciato Stile Rattan Colore Antracite Pri16 150X72X90 Cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,21€


Il rattan

rattan Ma che cos’è il rattan. La parola sembra non comunicarci niente. Ebbene il rattan è una fibra naturale ricavata dal legno di alcuni tipi di palme. Questo materiale è estremamente utilizzato in oriente soprattutto nella fabbricazione di elementi d’arredo quali sedie, poltrone, divanetti e ovviamente tavoli e tavolini. La sua elevata elasticità ma soprattutto la sua resistenza alle lesioni fa si che con questo materiale possano essere creati dei bellissimi tavoli da giardino. Un tavolo in rattan ha un doppio pregio estetico e funzionale. Le sue linee semplici e essenziali nate da una complicata lavorazione che consiste nell’intreccio delle fibre del legno, conferiscono alla struttura eleganza e armonia. Allo stesso momento il rattan è pratico e resistente. Uno dei suoi maggiori vantaggi è la leggerezza della sua struttura che consente al tavolo di poter essere spostato senza troppe difficoltà. Inoltre, essendo una fibra naturale si stabilisce una certa continuità tra il tavolo, o qualsiasi altro oggetto realizzato in rattan, e lo spazio verde circostante.


  • dondoli da giardino Il giardino è considerato dalla maggior parte delle persone il luogo migliore di una casa. Pur trovandosi all’esterno, esso fa pur sempre parte dell’abitazione. In molti casi il giardino è sentito com...
  • salotto da giardino verde Chi l’ha detto che si può godere della comodità di un salotto grande e ospitale solo all’interno di casa propria. Ormai il giardino è diventato un luogo estremamente confortevole, come potrebbe mancar...
  • lavello da giardino Il giardino è ormai un ambiente che è entrato in pieno a far parte dell’abitazione. Da qualche anno, infatti, il suo utilizzo non si limita più alla semplice passeggiata rilassante durante le stagioni...
  • tavolo alluminio Molto spesso quando si deve scegliere il tavolo per il proprio giardino la prima caratteristica di cui deve essere dotato è quella di un materiale resistente, leggero e che si sposi in maniera armonic...

Outsunny - Set Mobili da Giardino in Poly Rattan 3pz Set Tavolo e 2 Sedie da Giardino Pieghevole Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,95€
(Risparmi 46€)


La struttura, i modelli e i colori

rattan La struttura di un tavolo in rattan dipende dal tipo di forma che esso possiede. Generalmente quelle più diffuse sono la forma quadrata, rettangolare, circolare e ovale. Per una questione di comodità la base su cui poggia il piano di un tavolo rotondo consiste in una sorta di piede o supporto centrale, che in quella posizione non genera alcun fastidio agli ospiti. Nel caso di tavoli quadrati o rettangolari vengono utilizzati i classici piedi o altri supporti che poggiano in più punti. Oltre alle diverse forme disponibili, esistono diversi modelli di tavoli in rattan. Prima di tutto è necessario fare una distinzione tra tavoli da pranzo e tavolini. I tavoli da pranzo, hanno, come tutti sanno, delle dimensioni maggiori rispetto ad un tavolino e per questo motivo nella sua realizzazione intervengono anche altri materiale per spezzarne la “monotonia”. Basta fare un giro nei negozi specializzati o anche su internet per verificare che i tavoli tradizionali da pranzo hanno una struttura portante in rattan e un piano che può essere realizzato a scelta tra vetro, teak o anche mosaico. I tavolini, invece, avendo una struttura più piccola possono essere realizzati completamente in rattan, sia la struttura di appoggio che il piano vero e proprio. Anche in questo caso, però, non mancano i modelli in cui si sceglie come ripiano un vetro temperato magari di colore bianco. Se la collocazione più ovvia di un tavolo dalle dimensioni tradizionali è quella della zona pranzo. I tavolini possono arredare quella che solitamente viene definita zona relax, quale un angolo ritagliato all’ombra di alti alberi piuttosto che il bordo della piscina. In entrambi i casi i tavolini in rattan costituiranno un tutt’uno armonico con la natura.

Il rattan come anticipato in apertura è stato riprodotto artificialmente ed è disponibile anche come fibra sintetica. Questa sarà difficilmente distinguibile da quella naturale in quanto condividono le stesse caratteristiche, l’unica differenza che è che quella sintetica è più semplice da pulire. I colori di questo materiale nella versione naturale sono colori neutro tipici del legno che vanno dal color miele al bronzo al marrone. Per quanto riguarda il polyrattan, invece, la gamma di colori comprende anche quelli ottenibili dalla verniciatura e quindi la scelta si allarga anche a quei colori che non derivano dalla fibra naturale del legno. Vi sono, infatti esempi di tavolini o poltroncine di colore giallo, rosso, blu e così via.


Manutenzione

Per quanto riguarda la manutenzione del rattan, le pratiche di cura e pulizia di questo materiale non sono estremamente complicate e sono adatte anche ai meno esperti o i meno volenterosi a seconda dei casi. L’unico problema che questo materiale comporta è che è costituito da una fitta trama intrecciata per cui la polvere e le macchie potrebbero insinuarsi all’interno di esse rendendo la loro rimozione più complicata. È opportuno dunque pulire quotidianamente le superficie con un panno. Grazie all’invenzione del polyrattan la soluzione al problema della pulizia è stato semplificato grazie alla possibilità di poter utilizzare acqua e sapone. Le fibre sintetiche rispetto a quelle naturali sono più resistenti, ma conservano ugualmente la loro bellezza.


Tavoli da giardino in rattan: Manutenzione

rattan Per quanto riguarda la manutenzione del rattan, le pratiche di cura e pulizia di questo materiale non sono estremamente complicate e sono adatte anche ai meno esperti o i meno volenterosi a seconda dei casi. L’unico problema che questo materiale comporta è che è costituito da una fitta trama intrecciata per cui la polvere e le macchie potrebbero insinuarsi all’interno di esse rendendo la loro rimozione più complicata. È opportuno dunque pulire quotidianamente le superficie con un panno. Grazie all’invenzione del polyrattan la soluzione al problema della pulizia è stato semplificato grazie alla possibilità di poter utilizzare acqua e sapone. Le fibre sintetiche rispetto a quelle naturali sono più resistenti, ma conservano ugualmente la loro bellezza.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO